Coronavirus, Luca Richeldi del comitato tecnico scientifico: “Igiene e distanziamento sociale più efficaci delle mascherine”

di Gianluca Pace
Pubblicato il 6 Aprile 2020 19:23 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2020 19:23
Mascherine, Ansa

Coronavirus, Luca Richeldi del comitato tecnico scientifico: “Igiene e distanziamento sociale più efficaci delle mascherine” (foto Ansa)

ROMA – “L’utilizzo delle mascherine non ci rende invincibili: il distanziamento sociale e l’igiene sono più efficaci”.

A dirlo è il membro del Comitato tecnico scientifico Luca Richeldi che non esclude che si arrivi ad un “uso più allargato delle mascherine”, soprattutto in quei luoghi dove non è possibile garantire il distanziamento sociale.

“E’ certo che i dispositivi servono a operatori sanitari, convalescenti e persone più vulnerabili” aggiunge Richeldi, ma per gli altri “non è una corazza che ci protegge da tutto”. In ogni caso il no all’obbligo “non credo sia dovuto alla mancanza dei dispositivi”.

Quindi distanziamento sociale e igiene più importante di mascherine. A dirlo e a spiegarlo, in giornata, è stato anche il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus​nnel consueto briefing sul coronavirus. 

L’uso generalizzato delle mascherine deve essere preso in considerazione da quei Paesi nei quali altre misure, come lavarsi le mani o mantenere la distanza, sono più difficili da applicare per “carenza d’acqua o in condizioni di sovraffollamento”. 

“Consigliamo l’uso delle mascherine mediche a chi è malato o si deve prendere cura di una persona malata. Ci preoccupa che l’uso di massa di queste mascherine da parte delle persone possa aggravare la carenza di questi strumenti”. (fonte: Ansa).