Coronavirus, il pediatra Alberto Plazza: “Ecco perché i bambini si ammalano meno”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2020 16:00 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 16:00
Coronavirus, il pediatra Alberto Plazza: "Ecco perché i bambini si ammalano meno"

Coronavirus, il pediatra Alberto Plazza: “Ecco perché i bambini si ammalano meno” (Foto Ansa)

ROMA – Perché il coronavirus sembra risparmiare i bambini? E’ uno dei tanti misteri irrisolti del Covid19 e anche un’anomalia dal momento che, in genere, sono proprio i più piccoli, insieme ad anziani e immunodepressi, i soggetti più a rischio di contrarre infezioni.

Alberto Plazza, medico pediatra, ha provato a spiegare le ragioni dell’eccezione Covid19 ai microfoni di Radio Cusano Tv Italia. Ospite del programma “L’imprenditore e gli altri”, condotto da Stefano Bandecchi, fondatore dell’Università Niccolò Cusano e Presidente della società delle scienze umane, il pediatra ha precisato: “Ci sono vari motivi. Iniziamo a considerare che le scuole sono chiuse da quasi 3 settimane, i bambini non vanno più in ospedale e negli studi medici, quindi si evitano occasioni di contagio”.

“Per quanto riguarda i neonati, una risposta certa è rimandata alla medicina del futuro perché i neonati difficilmente nascono ammalati. Però una spiegazione potrebbe essere la mancanza di recettori per il virus. Per il momento sono solo delle ipotesi”.

E’ possibile che i bambini abbiano più difese grazie ai vaccini? “Le vaccinazioni sicuramente stimolano il sistema immunitario – ha spiegato Plazza – però per la prima volta sulla faccia della Terra è arrivato un virus nuovo quindi non esiste una difesa immunitaria che si è stratificata nel corso degli anni. Le vaccinazioni vanno bene per le malattie già presenti, ma questo è un virus nuovo di cui non conosciamo assolutamente nulla”. 

Fonte: Radio Cusano Tv Italia (Canale 264 Dtt)