Coronavirus vaccino, Spallanzani di Roma recluta volontari fino a 55 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2020 14:47 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2020 14:47
Coronavirus vaccino, Spallanzani di Roma recluta volontari fino a 55 anni

Coronavirus vaccino, Spallanzani di Roma recluta volontari fino a 55 anni (Foto Ansa)

L’ospedale Spallanzani di Roma recluta volontari per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus. Giovani fino a 55 anni, sani, 45 in tutto, in tre gruppi da 15.

Per il coronavirus vaccino la somministrazione avverrà secondo un ciclo di 2,7,15 e 30 giorni per i primi tre pazienti. Dopo i primi due giorni si partirà con gli altri 12. Dopo la prima settimana, sarà il turno del secondo gruppo di volontari e poi con il terzo. Se i test non daranno controindicazioni, si procederà con la sperimentazione su un altro gruppo di volontari di età compresa tra i 65 e 75 anni.

Allo Spallanzani di Roma quindi è pronto il vaccino per il coronavirus e all’ospedale cercano volontari per testarlo. È l’annuncio dell’Isitituto nazionale di Malattie Infettive dopo il termine della fase di sperimentazione sugli animali.

A renderlo noto il direttore generale dello Spallanzani Marta Branca, che ha annunciato la notizia a La Repubblica. Il vaccino, prodotto dalla ReiThera di Castel Romano, con un piano di 8 milioni di euro sostenuto da Ministero della Ricerca con il Cnr e dalla Regione Lazio, ha infatti ricevuto il via libera del dell’Istituto superiore di Sanità, dell’agenzia italiana del farmaco e con il via libera del comitato etico.

I due test rapidi anti-Covid all’esame dell’Istituto Spallanzani inoltre sono stati verificati e, secondo quanto si apprende, la relazione è stata inviata al ministero della Salute. Si tratta di due test rapidi con tampone oro-faringeo: il secondo tipo, che utilizza il metodo dell’immunofluorescenza, sarebbe quello più attendibile.

La Regione Lazio si appresterebbe ad utilizzare quest’ultimo test per i passeggeri dei bus provenienti dall’Est alla stazione Tiburtina. Il test potrebbe essere impiegato anche all’aeroporto di Fiumicino. (Fonti Repubblica e Ansa).