Coronavirus, il virologo Giorgio Palù: “Speriamo che il lockdown sia efficace, perché non c’è un piano B”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Marzo 2020 11:09 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2020 11:09
Coronavirus, il virologo Giorgio Palù: "Speriamo che il lockdown sia efficace, perché non c'è un piano B"

Coronavirus, il virologo Giorgio Palù: “Speriamo che il lockdown sia efficace, perché non c’è un piano B” (Foto Ansa)

ROMA  –  “I medici italiani sperano che le restrizioni siano efficaci. Perché non c’è un piano B”. Questo il titolo di un articolo della Cnn dedicato all’emergenza coronavirus in Italia che riprende le parole del dottor Giorgio Palù, ex presidente della Società Europea ed Italiana di Virologia e professore di virologia e microbiologia all’Università di Padova. 

“L’Italia sta entrando nella sua quarta settimana della peggior crisi dalla Seconda Guerra Mondiale senza vedere la fine vicina”, scrivono Barbie Latza Nadeau and Valentina Di Donato, che ritraggono “l’insopportabile isolamento che si fa sempre più rigido di giorno in giorno”. 

Non è bastato comunque il lockdown per fermare l’aumento dei contagi, che crescono ad una media di 3.500 al giorno, sottolinea la Cnn. “Ieri ci aspettavamo un cambiamento, dopo dieci giorni di queste misure – ha spiegato il dottor Palù all’emittente americana -. Ma i numeri continuano ad aumentare. Quindi non credo possiamo fare una previsione oggi”.

Nonostante questo, secondo Palù non ci sono alternative al lockdown, e i diritti dei cittadini non possono prevalere sulla sicurezza: “Non possiamo adottare la democrazia nelle informazioni, dovete affidarvi agli esperti”, ha detto alla Cnn. 

Secondo Palù l’isolamento avrebbe dovuto essere più esteso e rigido: “Avremmo dovuto fare più tamponi in Lombardia, epicentro dell’epidemia. Non ha senso andare al supermercato una volta alla settimana. Bisogna limitare il tempo fuori, l’isolamento è la chiave”. (Fonte: Cnn)