Covid, l’ondata negata: forse 3 mln i positivi. Preferiamo ammalarci che rimetterci la mascherina

Covid, l'ultima ondata di contagi in corso è un'ondata negata. Negata per scelta di massa, condivisa, praticamente unanime. I positivi censiti 600 mila ma vanno aggiunti i positivi da test fai da te che non si registrano e i positivi che neanche fanno il test.

di Riccardo Galli
Pubblicato il 22 Giugno 2022 - 10:55
Covid, l'ondata negata: forse 3 mln i positivi. Preferiamo ammalarci che rimetterci la mascherina

Covid, l’ondata negata: forse 3 mln i positivi. Preferiamo ammalarci che rimetterci la mascherina FOTO BLITZ QUOTIDIANO

Settima, ottava, che ondata sarebbe? Non lo vogliamo sapere. O meglio, saperlo ancora, ancora un po’ lo si può sopportare. Ma viverlo, viverla la settima o ottava ondata di Covid questo no. La scelta è chiara, univoca, di massa, condivisa, praticata. E la scelta può riassumersi in una semplificazione estrema ma efficace: preferiamo come collettività ammalarci ma non rimetterci la mascherina.

I positivi

Ufficialmente ad ieri 21 giugno circa 600 mila. Cifra però alla quale nessuno, proprio nessuno, si ferma nelle valutazioni. C’è chi calcola: almeno il doppio. E c’è chi amplia il calcolo e arriva a stimare circa tre milioni. Come si arriva a moltiplicare per due o addirittura per cinque il numero dei positivi ufficialmente censiti?

I test fai da te

Quando, all’insorgenza di qualche sintomo o immaginato tale, viene il sospetto sia Covid, cosa facciamo? In molti un test, un tampone. Qualcuno va in un centro di analisi, molto di più nei gazebo delle farmacie. Tantissimi fanno da soli, fanno il test fai da te, se lo fanno a casa. Al netto degli errori nel farselo, di quelli che col test fai da te risultano positivi, quanti telefonano alla Asl per comunicare alla sanità pubblica la propria positività? Rispondendo nessuno non si si fa gran torto alla realtà. Quindi ai 600 mila positivi ufficiali vanno aggiunti i risultati positivi da test fai da te che non si inscrivono alla lista, non fanno sapere, si ammalano e guariscono fuori dalle statistiche, dalla percezione, dalla dimensione pubblica della pandemia. Quanti? Con percentuali di positività sui tamponi ufficiali che viaggiano intorno al 20 per cento, almeno 600/800 mila i positivi da test fai da te che non comunicano al servizio sanitario la loro positività.

I senza test

C’è anche un’altra tipologia di positivi: quella di chi, in presenza di sintomi vissuti come leggeri, il test neanche lo fa. Quanti? Qui la stima è veramente difficile, al limite dell’impossibile. Si può usare come vago punto di riferimento il mood comportamentale della popolazione. Che nei fatti ha dismesso di considerare l’infezione da Covid una cosa grave. Quindi il passaggio da qualche sintomo, poi mi passa, a il test che lo faccio a fare non è, qui e oggi, per nulla arduo e infrequente. Due, trecentomila i questa condizione, quella dei positivi che neanche si fanno il test? 

La mascherina il vero test

In presenza, acclarata, di un virus altamente contagioso che si trasmette per via aerobica, in presenza, acclarata, di molte centinaia di migliaia se non di un paio di milioni di contagiati qui e oggi, il vero test sociale è la mascherina. Molte mascherine uguale contagio che almeno rallenta se non arretra. Poche mascherine uguale contagio già ampio che prosegue e si estende. Fate ciascuno una valutazione del quanto di mascherine sui mezzi di trasporto, nei negozi, nei supermercati, nella vie e piazze della movida, nei concerti, nei ristoranti, negli stabilimenti balneari, nei luoghi di lavoro e avrete, sia pure a spanne, il più mirato dei test.

Test che misura la sostanziale caratteristica che abbiamo deciso di dare a questa ondata del contagio, quella di ondata negata. Non ne possiamo più, muoiono relativamente in pochi (50 o 100 al giorno ci appaiono normalità), negli ospedali c’è posto…Ma d’estate il Covid e il contagio non dovevano dimezzarsi, anzi diventare un quarto, anzi di meno e invece raddoppiano, forse triplicano, anzi forse di più? E che vogliamo fare, metterci la mascherina in spiaggia? Ondata negata, sperando non sia poi ondata pagata appena sarà autunno.