Diabete, medici: “Diffidate delle diete ‘miracolose’, unica cura resta insulina”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 febbraio 2014 6:00 | Ultimo aggiornamento: 3 febbraio 2014 15:41
Diabete, medici: "Diffidate delle diete 'miracolose', unica cura resta insulina"

Diabete, medici: “Diffidate delle diete ‘miracolose’, unica cura resta insulina”

ROMA – La disinformazione sul diabete uccide più della stessa malattia. Gli esperti delle società di diabetologia sono preoccupati dal fenomeno dilagante dei “curatori” che convincono i malati ad abbandonare le terapie insuliniche per intraprendere una dieta miracolosa. La dieta resta certamente la migliore arma nella prevenzione all’insorgenza del diabete di tipo 2, ma non può essere né curativa, né miracolosa, spiegano gli esperti. 

Per questo motivo le Società Scientifiche e Professionali di Diabetologia e le Associazioni delle persone con diabete denunciano come, con sempre maggiore insistenza, vengano presentate al pubblico e alle persone con diabete sulla rete e sui giornali ‘soluzioni’ miracolistiche, in larga parte basate su diete drastiche (cibi crudi, diete alcaline, vegetariane o altro), con la promessa di ‘guarire’ in pochi giorni e di abbandonare le terapie farmacologiche, inclusa l’insulina.

I medici e gli esperti spiegano che chi propone queste diete ‘guarisci-diabete’ arriva anche ad accusare i diabetologi di trasmetter informazioni fasulle e di connivenza con l’industria del farmaco, allo scopo di mantenere un mercato e di perpetuare la malattia, a salvaguardia di interessi personali e commerciali. Insomma vere e proprie truffe di persone, spesso non medici, ai danni dello stesso paziente che viene invitato a smettere con le malattie.

Gli esperti di Diabete Italia, la Societa’ Italiana di Diabetologia (SID) e l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) spiegano:

“Sono iniziative che ci preoccupano e che perentoriamente segnaliamo alle autorità sanitarie competenti affinché siano consapevoli di quanto di ingannevole e potenzialmente pericoloso viene pubblicamente diffuso e affinché intervengano presso l’opinione pubblica per eliminare procedure senza fondamento scientifico”.

La comunità scientifica nazionale e internazionale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e lo stesso Ministero della Salute da decenni sostengono a chiare lettere che la migliore prevenzione del diabete mellito, cioè il diabete di tipo 2, rimane uno stile di vita sano abbinato a regolare attività fisica, dieta equilibrata, moderato consumo di alcool e abolizione del fumo.

Il fatto che la dieta sia un pilastro fondamentale del trattamento del diabete è un dato indiscutibile e irrinunciabile. Il problema nasce quando la terapia dietetica viene proposta come unica alternativa ai farmaci. Questo rischia, infatti, di creare situazioni estremamente pericolose, soprattutto per le persone con diabete di tipo 1 che, senza insulina possono andare incontro a condizioni a rischio di vita.

Le Società professionali e scientifiche raccomandano dunque di non sospendere assolutamente la terapia insulinica e di contattare sempre il proprio medico prima di prendere in considerazione una dieta di qualunque natura quale che sia il tipo di diabete. Non esiste cioè una dieta a ‘taglia unica’, che va bene per tutti. Non esistono diete miracolose.

L‘Associazione Medici Diabetologi, La Società Italiana di Diabetologia e Diabete Italia invitano pertanto tutte le persone con diabete e le loro famiglie a diffidare da suggerimenti terapeutici che non abbiano l’indispensabile conforto scientifico e invitano a non affidarsi a persone prive di alcuna qualifica medica, che peraltro delle loro improbabili teorie alimentari hanno fatto un vero e proprio business.