Per le donne dai 50 ai 75 anni il peso è un chiodo fisso

Pubblicato il 29 Giugno 2012 12:07 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2012 12:08

ROMA – Non solo le adolescenti sono vittime dei disturbi alimentari. Ne soffrono anche le donne dai 50 ai 75 anni di età. L'8% usa lassativi, pillole, diuretici, e farmaci che procurano il vomito ed esagera con la ginnastica per dimagrire, il 3,5% invece si sottopone alle abbuffate tipiche della bulimia. Il 79% delle signore mature pensa che il proprio peso intacchi la percezione di sè e il 62% che abbia un impatto negativo sulla loro vita. Lanciano l'allarme gli specialisti del programma sui disturbi alimentari della North Carolina University che hanno condotto una ricerca su 1.849 donne, di eta' media 59 anni, pubblicata sull'International Journal of eating disorders.

"Ci si è sempre concentrati sulle giovani, sapevamo molto poco invece sul comportamento alimentare delle donne mature ed anziane e i dati ci sorprendono", afferma Cynthia Bulik che ha diretto la ricerca. "Lo studio delinea una situazione preoccupante. Il 36% ha ammesso di aver speso gli ultimi cinque anni a fare diete anche se oltre il 40 % del campione è normopeso, il 41% si pesa ogni giorno e il 40% un paio di volte la settimana. I due terzi delle signore non sono felici della propria immagine corporea e provano di tutto pur di modificarla".