Dieta ricca di glutine in gravidanza raddoppia il rischio di diabete per il nascituro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2018 0:43
Diabete, rischio doppio per nascituri se mamme mangiato troppo glutine

Dieta ricca di glutine in gravidanza raddoppia il rischio di diabete per il neonato

LONDRA – Una dieta ricca di glutine in gravidanza raddoppierebbe il rischio di diabete tipo 1 o mellito per il nascituro: è quanto emerge da uno studio condotto da Julie Antvorskov dell’Istituto danese Bartholin e pubblicato sul British Medical Journal. Lo studio, in cui sono state coinvolte 63.500 gestanti, ha rilevato che più glutine si assumeva in gravidanza e maggiore era la possibilità che a 16 anni, il figlio sviluppasse il diabete.

I ricercatori, provenienti da Danimarca, Islanda e Stati Uniti, hanno tuttavia sottolineato che si tratta di uno studio solo osservazionale, non sufficiente a stabilire una relazione di causa ed effetto tra consumo di cibi contenenti glutine in gravidanza e rischio di diabete per il nascituro, scrive il Daily Mail.

Se confermato, cambierebbe radicalmente il modo in cui i medici pensano del diabete di tipo 1, una malattia autoimmune caratterizzata da perdita della capacità di produrre insulina, ormone che regola lo zucchero nel sangue, che può colpire anche durante l’infanzia e nell’adolescenza. Il paziente per continuare a vivere è costretto a iniettare l’insulina più volte al giorno; a differenza del tipo 2 non ha nulla a che fare con lo stile di vita ed è irreversibile.

I ricercatori danesi hanno sottoposto le gestanti a  questionari alimentari quando erano alla 25/ima settimana di gravidanza. Dalle risposte hanno stimato un consumo medio di glutine di 13 gr al giorno, con un consumo minimo di meno di 7 gr e massimo di 20 gr o più, l’equivalente di 13 fette di pane. Il grano contiene una quantità di proteine variabile dal 7 al 18%, a seconda delle tipologie, mediamente ne contiene il 12%. E in una farina di grano tenero tipo 00 la quantità minima di glutine secco è del 7%.

Fino a oggi gli scienziati hanno considerato il diabete di tipo 1 come una condizione inevitabile, che ha a che fare con la genetica più di qualsiasi fattore ambientale. Dallo studio è emerso che il rischio di avere un figlio che svilupperà il diabete è doppio per una donna che in gravidanza ha mangiato molto glutine (20 o più grammi al giorno) rispetto a una donna che ne ha mangiato poco (meno di 7 grammi).