Disfunzione erettile raddoppia il rischio di ictus e infarto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 giugno 2018 5:00 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2018 19:55

Disfunzione erettile raddoppia il rischio di ictus e infarto

ROMA – La disfunzione erettile raddoppia il rischio di ictus, infarto e arresto cardiaco, indipendentemente dalla presenza di altri fattori di rischio come il fumo, obesità, colesterolo alto e ipertensione, secondo un nuovo studio della Johns Hopkins School of Medicine. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]
La disfunzione erettile, che può essere innescata da pressione alta e colesterolo, colpisce un uomo su dieci.

I dati emersi dallo studio condotto su 1900 uomini tra i 60 e i 78 anni, seguiti per 4 anni, hanno confermato il collegamento tra i problemi di erezione e le patologie cardiovascolari. Durante il periodo di follow-up sono stati registrati 115 infarti, ictus, arresti cardiaci e morti cardiache improvvise, scrive il Daily Mail. Il 6,3% degli uomini con disfunzione erettile ha avuto attacchi di cuore rispetto al 2,6% che non aveva problemi di impotenza.

Michael Blaha, autore dello studio pubblicato sulla rivista Circulation, ha dichiarato:”I risultati indicano che i medici dovrebbero eseguire ulteriori screening mirati negli uomini con disfunzione erettile, indipendentemente da altri fattori di rischio cardiaco, e dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di gestire qualsiasi altro fattore di rischio, come l’ipertensione o il colesterolo, in modo più aggressivo”.

In questo modo, ha spiegato Blaha, i medici potrebbero identificare in anticipo tutte quelle condizioni che mettono in serio pericolo la vita degli uomini.  Nel 2015, in tutto il mondo, le malattie cardiache, spesso causate da ipertensione, colesterolo alto e obesità, hanno ucciso 8,76 milioni di persone. La patologia condivide diversi fattori di rischio comuni con la disfunzione erettile, tra cui obesità, ipertensione, fumo e diabete.