Eurispes buona notizia: meno pasdaran cibo, vegani stretti solo 1% (era il 3%)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2018 10:20 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2018 10:20
Eurispes, finalmente una buona notizia: meno pasdaran cibo, vegani stretti solo 1% (era il 3%)

Eurispes buona notizia: meno pasdaran cibo, vegani stretti solo 1% (era il 3%) (foto Ansa)

ROMA – Eurispes buona notizia: ci sono in giro meno pasdaran del cibo e contemporaneamente aumenta il numero di coloro che al modo di cibarsi prestano attenzione e cura.

La buona notizia è tutta in un cambio di cifra: secondo rilevazione Eurispes la percentuale di vegani in senso stretto in Italia è calata dal 3 per cento all’un per cento. Vegano in senso stretto, cioè niente e nessun cibo che abbia qualche punto di contatto o che in qualunque modo provenga dal mondo animale. Quindi non solo no carne o pesce, anche no latte, uova…

Vegano in senso stretto più che una scelta alimentare è di fatto una scelta religiosa. Si abbraccia la religione della natura incorrotta e dell’uomo peccatore cannibale. La religione impone il comandamento della mortificazione del corpo del peccatore e la sua purificazione attraverso l’osservanza della regola. E’ una scelta non alimentare ma ideologica. Culturale secondo gli estimatori, settaria secondo chi diffida.

Che i vegani in senso stretto, che gli adepti alla fede vegana siano in diminuzione è buona notizia perché spesso i vegani hanno l’esplicita pretesa di interpretare il ruolo dei purificatori e salvatori del mondo mentre gli altri lo insozzano e consumano. Nei millenni e in ogni parte del pianeta una cosa è certa e comprovata: i purificatori e salvatori del mondo covano e portano guai.

Buona notizia che diminuiscano i vegani in senso stretto è anche perché così ci si augura diminuiscano anche i casi di genitori vegani stretti che non alimentano i loro figli con un dieta in grado di garantire salute ai piccoli.

Vegani che vanno, per fortuna, vegetariani che arrivano. Aumentano i vegetariani, cioè coloro che scelgono alimentazione senza carne ma non ne fanno una religione. Aumentano quelli che mangiano soprattutto vegetale ma non fanno scongiuri davanti a un uovo. Aumenta insomma la gente che fa scelte alimentari libere, ponderate e razionali.

Anche se…il mondo è bello perché è vario. Lo sapevate che esistono i crudisti? Quelli che mangiano solo crudo? Sì, lo sapevate. Un po’ aumentano di numero anche i crudisti. E certamente sapevate dell’esistenza dei fruttariani, inutile dire di cosa si cibano i fruttariani.

Meno probabile, molto meno probabile sappiate dei raccoglitori e dei pesce-vegetariani. I primi mangiano solo ciò che cade dagli alberi e loro possono raccogliere (come facciano davvero è ignoto, magari raccoglie qualcun altro per loro…). I secondi semplicemente, pragmaticamente, sono vegetariani. Ma piace loro il pesce e se lo mangiano. Il mondo è bello perché è davvero vario.