Fecondazione eterologa, Lorenzin: “Sarà rimborsata dal Servizio Sanitario”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2014 15:31 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2014 16:25
Fecondazione eterologa, Lorenzin: "Sarà rimborsata dal Servizio Sanitario"

Fecondazione eterologa, Lorenzin: “Sarà rimborsata dal Servizio Sanitario”

ROMA – La fecondazione eterologa ”sarà inserita nei livelli essenziali di assistenza in sede di prossimo aggiornamento”, cioè sarà rimborsata dal Servizio Sanitario Nazionale: lo ha annunciato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Il ministro ha sottolineato che, quindi, occorre prevedere una ”quota del Fondo sanitario nazionale per permettere la procreazione assistita eterologa nei centri pubblici”:

”L’obiettivo è mettere le Regioni ed i centri nelle condizioni di partire con la fecondazione eterologa appena sarà approvato il decreto legge” in materia, che ”presenterò prima della pausa estiva”.

Il ministro ha spiegato che il numero massimo di nati da uno stesso donatore è dieci, a livello nazionale, con deroga se una famiglia con figli già nati da eterologa chiede un altro figlio con stesso donatore. Sarà possibile anche la ‘doppia eterologa‘: nel caso in cui entrambi i componenti della coppia siano sterili possono richiedere gameti da due donatori.

Secondo Lorenzin, la sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato il divieto di fecondazione eterologa previsto dalla Legge 40 non esclude la doppia eterologa.