Filippine: dichiarata emergenza dengue. Il virus ha fatto 622 morti nel 2019

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2019 14:51 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2019 14:51
dengue filippine virus

Una zanzara (Foto Ansa)

ROMA – Il governo delle Filippine ha dichiarato una “epidemia nazionale di dengue” in seguito ad un forte aumento dei decessi causati da questo virus nel Paese.

Dall’inizio dell’anno – ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Bbc – almeno 622 persone hanno perso la vita e al 20 luglio scorso sono stati registrati almeno 146.000 casi, il 98% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

In luglio Manila aveva dichiarato un “allerta nazionale” a fronte del dilagare del virus. La dengue provoca sintomi simili a quelli dell’influenza, tra cui mal di testa penetrante, dolori muscolari e articolari, febbre ed eruzioni cutanee su tutto il corpo.

Dei milioni di persone infettate con dengue ogni anno in tutto il mondo, circa 500.000 sviluppano sintomi gravi che richiedono il ricovero in ospedale, e di quelle circa 12.500 persone muoiono, secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità.

Emergenza anche in Bangladesh. Il Bangladesh è stato colpito dalla peggiore epidemia di dengue mai registrata nel Paese, con oltre 13.600 casi diagnosticati nel solo 2019. A più di mille persone, in maggioranza bambini, la malattia è stata diagnosticata nelle ultime 24 ore.

Lo ha dichiarato un alto funzionario del ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. Otto persone sono morte da gennaio a oggi e nel solo mese di luglio la febbre trasmessa dalle zanzare ha contagiato 8.348 persone, un forte aumento rispetto ai 1.820 casi di giugno e i 184 di maggio, secondo i dati ufficiali. (fonte Ansa)