Gb, praticano l’autoflagellazione: 10 uomini contagiati dal virus Htlv-1

di Caterina Galloni
Pubblicato il 15 marzo 2019 5:30 | Ultimo aggiornamento: 15 marzo 2019 8:16
Autoflagellazione, 10 uomini contagiati dal virus htlv-1 in Gb

Gb, praticano l’autoflagellazione: 10 uomini contagiati dal virus Htlv-1

ROMA – Nel Regno Unito dieci uomini sono stati contagiati dal virus HTLV-1 ma inizialmente i medici erano perplessi perché non avevano avuto comportamenti a rischio che giustificassero la malattia. Il mistero è stato risolto quando hanno notato delle cicatrici sulla schiena: gli uomini avevano partecipato a riti di autoflagellazione, una pratica cruenta consistente nel colpire ripetutamente il proprio corpo con catene fino a sanguinare e praticare un taglio in testa con un coltello. 

Frusta e coltello vengono poi passati alle altre persone: è la cerimonia di autoflagellazione islamica nota come “Ashura” che segna l’anniversario della morte dell’Imam Hussein, nipote del profeta e fondatore dell’islam Maometto, avvenuta durante la battaglia di Karbala, circa 1.300 anni fa.

Anche in passato c’erano state delle indicazioni secondo le quali attraverso questi rituali si possono trasmettere delle infezioni “ma prima d’ora non erano mai stati segnalati”, ha detto Divya Dhasmana, medico del St. Mary’s Hospital di Londra e una delle autrici dello studio pubblicato dal Centers for Disease Control and Prevention statunitense. 

I dieci uomini britannici avevano contratto il virus HTLV-1, classificato come oncovirus: la maggior parte delle persone infette non presentano sintomi ma in alcuni casi sviluppano leucemia delle cellule T e la cosiddetta paraparesi spastica tropicale, malattia simile alla sclerosi multipla. Il virus inoltre è associato a una serie di patologie debilitanti come la bronchiettasia, mielopatia e miopatia. 

L’HTLV-1 si diffonde attraverso l’allattamento al seno, il sesso, la trasfusione di sangue e la condivisione degli aghi. Gli esperti hanno stimato che pur considerato relativamente raro negli USA e nel Regno Unito, nel mondo ci sono fino a 10 milioni di persone che hanno contratto il virus. 

Nessuno dei dieci uomini presentava sintomi, il virus è stato diagnosticato per caso attraverso delle analisi che hanno preceduto le donazioni di sangue o procedure di fecondazione in vitro. Un aspetto del rito di flagellazione, diffuso in Iraq, Pakistan, India, consiste nel fare un taglio sulla la testa con un coltello e poi passarlo ad altri uomini. Un altro passaggio consiste nel frustare la schiena con catene cui sono legati mazzi di coltelli. 

Uno degli uomini ha raccontato che quando si autoflagellava, le lame venivano immerse in un secchio contenente una soluzione antisettica da banco ma Dhasmana avverte che “non è sufficiente a prevenire la diffusione dell’ HTLV-1. Il nostro messaggio è “non farlo” ma in caso contrario meglio non condividere lame e fruste”.

Fonte Daily Mail