Gonorrea, clostridium, enterobatteriacei: 3 batteri invulnerabili agli antibiotici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2013 14:28 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2013 16:55

Scoperti 3 batteri resistenti agli antibiotici: allarme negli UsaATLANTA  – Gonorrea resistente, Clostridium Difficile e gli Enterobatteriacei resistenti ai carbapenemi: su questi tre batteri gli antibiotici non funzionano più. E i rischi possono essere persino letali.

Secondo l’ultimo rapporto degli Us Center for Disease Control and Prevention (CDC, ente americano per il controllo delle malattie e la prevenzione) ogni anno negli Usa muoiono 23mila persone a causa di agenti infettivi resistenti, mentre due milioni sono colpite per un costo sanitario diretto di 20 miliardi di dollari e indiretto di altri 35 miliardi.

A provocare il fenomeno, sottolineano gli esperti, è l’uso smodato di antibiotici, che, secondo alcune stime, sarebbero prescritti erroneamente nel 50% dei casi, e di cui si fa un uso massiccio anche negli allevamenti. ”Ogni volta che gli antibiotici vengono usati in qualsiasi ambiente i batteri si evolvono sviluppando resistenza, spiega Steve Solomon, direttore dell’ufficio del Cdc per la resistenza agli antibiotici, questi farmaci sono preziosi e limitati, e più li usiamo oggi più diminuisce la possibilità di averne di efficaci domani”.