Sei sensibile al gusto amaro? Hai il 60% in più di probabilità di avere il cancro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 luglio 2018 6:08 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2018 18:19
Sei sensibile al gusto amaro? Hai il 60% in più di probabilità di avere il cancro (foto Ansa)

Sei sensibile al gusto amaro? Hai il 60% in più di probabilità di avere il cancro (foto Ansa)

ROMA – Chi è in grado [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  di percepire il gusto amaro di una sostanza che si trova in alimenti come cioccolato fondente, caffè e broccoli, secondo un recente studio, ha il 60% di possibilità in più di sviluppare il cancro.

Milioni di persone non sono in grado di percepire la feniltiocarbammide o PTC. Inizialmente gli scienziati pensavano che questo fosse dovuto al poco consumo di verdure.  Ma, ben presto, si sono accorti dell’errore: i cosiddetti supertaster, ovvero i più capaci di individuare il PTC non consumavano meno verdure di colore verde dalle proprietà antitumorali, rispetto ai “non taster”. .
Da uno studio su 5.500 donne britanniche di età superiore a 60 anni, seguite per 20 anni, è emerso che chi non perscepisce la feniltiocarbammide ha meno probabilità di contrarre il cancro.

Gli scienziati ora sostengono di voler approfondire le ricerche così da individuare il collegamento tra il senso del gusto e la malattia.

L’incapacità di percepire il PTC varia da popolazione a popolazione. Il 30% degli europei è classificato come “non taster” e il 70% è “taster”. Qusto significa che avverte il sapore amaro in bevande contenenti caffeina, alcol o nelle crucifere come cavoli, cavolfiori e broccoli.
Le donne che non percepiscono il PTC sono meno a rischio di sviluppare il cancro, secondo un altro studio della Pennsylvania State University.
Chi lo avverte in modo deciso avrebbe il 40% in più di probabilità di contrarre il cancro. Chi invece è molto sensibile al sapore amaro, arriva al 58% di probabilità in più rispetto agli altri due gruppi.