Legionella: sintomi, cause e cura

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 luglio 2018 12:55 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2018 12:55
Legionella: sintomi, cause e cura

Legionella: sintomi, cause e cura

ROMA – La legionella fa paura in Lombardia: sono oltre 15 i casi a Bresso, in provincia di Milano, e ci sono anche tre vittime. Ma quali sintomi presenta?  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E quali sono le cause?

La legionella è una malattia infettiva sostenuta dall’agente batterico Legionella pneumophila. Osservata per la prima volta negli Stati Uniti nel 1976, presenta un tasso di mortalità del 16%.

Ad oggi, spiega il Corriere della Sera, sono 23 le specie di legionella note, dodici delle quali  sono state riscontrate in malattie dell’uomo. La responsabile della massima parte delle polmoniti è però la Legionella pneumophila.

I suoi germi si trovano soprattutto nelle fonti di acqua (come laghi, canali, piscine, impianti di idromassaggio, serbatoi) ma anche nei nebulizzatori a ultrasuoni, negli umidificatori, nei condizionatori, negli apparecchi per aerosol. La più frequente causa di contagio è l’acqua potabile, dal momento che i germi possono sopravvivere anche per mesi.

I sintomi di quella che è una delle cause più frequenti delle polmoniti ospedaliere vanno dai brividi alla febbre, dalla cefalea alle mialgie diffuse. Nei giorni successivi si possono avere tosse secca, diarrea, dolori al torace. La morte può arrivare per insufficienza cardiaca e/o respiratoria.

La cura avviene con somministrazione di antibiotici specifici. Se trattata in modo adeguato la malattia scompare nel giro di un mese. Per quanto riguarda la prevenzione, si attua attraverso la corretta manutenzione degli impianti idrosanitari e la disinfezione delle acque nelle torri di raffreddamento.