Listerine colluttorio può curare la gonorrea?

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 dicembre 2016 6:24 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2016 1:43
Listerine colluttorio può curare la gonorrea?

Listerine colluttorio può curare la gonorrea?

MELBOURNE – Il colluttorio Listerine è utile al trattamento della gonorrea? Il risciacquo quotidiano della bocca e i gargarismi, sembra aiutino a limitarne la diffusione, secondo quanto scoperto da un recente studio australiano pubblicato sulla rivista Sexually Transmitted Infections.

La gonorrea è una malattia sessuAlmente trasmissibile (MST), altamente contagiosa ma chi ne è colpito può avere l’infezione in gola per mesi e mesi, senza provare alcun sintomo.

Può essere trasmessa attraverso il sess0 orale, vaginAle o anAle e il minore uso di profilattici è uno dei motivi dell’aumento di casi. Ma l’aumento, preoccupante anche in Italia, rischia di creare la comparsa di ceppi resistenti agli antibiotici attualmente utilizzati per debellare il Neisseria gonnorhoeae, un diplococco Gram-negativo. Da qui la necessità di una misura preventiva ancora più urgente che non si basa solo su rapporti protetti, sostengono gli scienziati.

Il colluttorio Listerine, in vendita dal 1879 e prima dell’avvento degli antibiotici, contiene sostanze disinfettanti e asettiche e l’azienda produttrice ha sempre sostenuto che poteva essere utilizzato per curare la gonorrea ma le prove scientifiche, tuttavia, erano scarse. Nel tentativo di capire, i ricercatori australiani hanno valutato l’efficacia del Listerine, se davvero fosse in grado di frenare la diffusione dei batteri responsabili. Dai test di laboratorio, è emerso che Listerine Cool Mint e Total Care, contengono entrambi il 21,6% di alcol.

Come confronto, a un insieme identico di colture di batteri è stata applicata una soluzione salina. I due colluttori, dopo un minuto, hanno ridotto significativamente i batteri mentre è risultato impossibile per la soluzione salina. Nella seconda parte della ricerca, gli studiosi hanno valutato 196 uomini omoseSuali e bisesSuali che in precedenza erano risultati positivi alla gonorrea insediata nella bocca. Quasi un terzo, al ritorno in una clinica specializzata in malattie sesSuali a Melbourne, ancora una volta è risultato positivo ai batteri insediati nella gola.

Trentatre di questi uomini, attraverso un’assegnazione casuale, hanno fatto un risciacquo con Listerine mentre il resto, con la soluzione salina. In chi aveva utilizzato il colluttorio per un minuto, la gonorrea nella bocca era ridotta del 48% mentre chi aveva fatto risciacqui con la soluzione salina, solo del 16%. E gli uomini che avevano utilizzato Listerine, dopo cinque minuti di risciacquo, avevano l’80% di probabilità in meno di risultare positivi al test per la gonorrea nella bocca.

“Ciò potrebbe avere significative implicazioni sul controllo della gonorrea tuttavia, per confermare che il colluttorio sia una soluzione efficace a frenare la diffusione della malattia, sono necessarie ulteriori ricerche”, hanno scritto i ricercatori sulla rivista Sexually Transmitted Infections.