“Non fatela così…”, ecco qual è la posizione giusta per defecare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2015 16:18 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2015 16:19
"Non fatela così...", ecco qual è la posizione giusta per defecare

“Non fatela così…”, ecco qual è la posizione giusta per defecare

ROMA – Sicuramente è da tutta la vita che defecate nel modo sbagliato. È quanto rivela la biologia medica Giulia Enders nel suo libro “Charming Bowel“, bestseller in Germania.

Secondo la Enders sedersi sul water non è la mossa migliore per aiutare l’evacuazione, perché il meccanismo di chiusura dell’intestino non è progettato per “aprire lo sportello completamente” quando siamo seduti: è come un tubo piegato. Al contrario per evitare la costipazione la posizione migliore è quella dello squat (fianchi indietro, ginocchia piegate e busto abbassato), che metterebbe molta meno pressione sul fondoschiena: “1,2 miliardi di persone nel mondo che utilizzano lo squat – ribadisce la Enders – hanno meno probabilità di soffrire di diverticoli e meno problemi di emorroidi”.

Nel suo libro la biologa rivela anche alcuni segreti sul funzionamento dell’intestino. Il primo è che esistono due sfinteri, uno gestito da noi e uno inconscio, controllato dal cervello. Si tratta di un sensore in grado di capire se è il momento di aprirsi a seconda del contesto in cui ci troviamo: sul lavoro ad esempio non avrà la rilassatezza tale da permettere l’evacuazione.

Il secondo segreto è che la flora batterica che riempie l’intestino influisce sulla produzione di ormoni che possono influire il nostro umore. Questa connessione fra defecazione e cervello è un ramo ancora inesplorato della medicina che, secondo il biochimico americano Rob Knight, “offre tante promesse come quello della ricerca sulle cellule staminali”.