Osteoporosi, la dieta mediterranea riduce il rischio di frattura dell’anca

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 luglio 2018 6:25 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2018 19:38
Osteoporosi, la dieta mediterranea riduce il rischio di frattura dell'anca

Osteoporosi, la dieta mediterranea riduce il rischio di frattura dell’anca

BOLOGNA – Milioni di pazienti affetti da osteoporosi, per ridurre le probabilità di frattura dell’anca dovrebbero seguire la dieta mediterranea ricca di frutta, verdura, noci, cereali non raffinati, olio d’oliva e pesce. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] I risultati dello studio condotto dagli scienziati dell’Università di Bologna, si aggiungono alla crescente serie di benefici per la salute legati alla dieta mediterranea, come la lotta contro le malattie cardiache, l’Alzheimer e il cancro.

Nell’arco di un anno sono stati seguiti circa 1.150 volontari, la densità minerale ossea è stata misurata sia all’inizio che alla fine della ricerca finanziata dall’Ue, che ha coinvolto ricercatori britannici, francesi, olandesi e polacchi. Alla metà dei partecipanti, tutti di età compresa tra i 65 e i 79 anni, è stato chiesto di seguire una dieta mediterranea e non agli altri, scrive il Daily Mail.

Sui volontari con normale densità minerale ossea, la dieta non ha avuto un impatto significativo ma è stato scoperto che offre benefici ai pazienti affetti da osteoporosi. Tutti i pazienti con osteoporosi che non seguivano la dieta mediterranea presentavano la consueta diminuzione della densità ossea correlata all’età ma chi si era attenuto alla dieta mediterranea ha avuto un aumento equivalente della densità ossea in una parte del corpo: il collo del femore che permette all’articolazione dell’anca di godere di un notevole range di movimento.

Susan Fairweather-Tait, dell’University of East Anglia, che ha guidato la parte britannica dello studio, ha dichiarato: “E’ un punto particolarmente sensibile per l’osteoporosi poiché la perdita di tessuto osseo nel collo del femore è spesso la causa della frattura dell’anca”.

I volontari che hanno seguito la dieta mediterranea hanno mangiato più frutta, verdura, noci, cereali non raffinati, olio d’oliva, pesce, consumato meno latte e carne e moderatamente l’alcol. I ricercatori hanno inoltre distribuito ai partecipanti degli integratori di vitamina D, fondamentale per la protezione delle ossa.

La densità ossea è stata misurata su entrambi i gruppi sulla colonna lombare, la parte inferiore della schiena e il collo del femore.