Pellicine delle unghie, guai a strapparle con i denti. Ecco cosa rischi

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2018 6:30 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2018 15:14
Guai a strappare con i denti le pellicine delle unghie

Pellicine delle unghie, guai a strapparle con i denti

MILANO – Non solo bere e fumare: c’è un’altra brutta abitudine molto diffusa che fa male. Si tratta di quella a mangiarsi, o semplicemente a strapparsi con i denti le pellicine delle unghie. 

Una abitudine dannosa sia per le mani sia per i denti stessi, e con effetti negativi sia a livello estetico sia a livello igienico, come ha spiegato al Corriere della Sera il professor Antonino Di Pietro, direttore scientifico dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis di Milano.

Innanzitutto va ricordato che le pellicine o cuticole che si trovano attaccate all’unghia sono presenti soprattutto sulle mani secche, in particolare in inverno.

Chi le ha e le vuole rimuovere deve farlo con gli attrezzi appositi da manicure, o farlo fare da una estetista: rimuoverle con i denti, infatti, è dannoso. Strappandole via si possono provocare anche sanguinamenti, dal momento che le pellicine si trovano vicino a molte terminazioni nervose e vasi sanguigni.

Inoltre se si strappano le cuticole le mani saranno più soggette ad infezioni, perché la pelle è la barriera contro i batteri, e quando viene a mancare siamo più vulnerabili. Inoltre sia la bocca sia le mani sono piene di germi, e mangiarsi le cuticole è un ottimo modo per stimolarne la propagazione.

Se vogliamo togliere le pellicine in modo serio senza affidarci ad un professionista dobbiamo seguire un protocollo dettagliato, come spiega il Corriere della Sera:

mettere le mani (o i piedi) sotto l’acqua calda per ammorbidire la pelle. Disinfettare un tagliaunghie o le forbicine con alcol denaturato e tagliare la pellicina vicino al livello normale della pelle. Applicare una lozione a basso contenuto di alcol e acqua e ricordarsi di idratare bene la zona. Se la cuticola è già rossa e dolorante, probabilmente è già infiammata. Non è necessariamente infetta, ma è necessario trattare la zona con ghiaccio e una crema antibiotica. E se fosse già un’infezione? Il dolore e rossore allora saranno probabilmente più gravi e diffusi: un segno decisamente rivelatore è la fuoriuscita di pus. In questo caso sarebbe meglio consultare anche un medico.

Ci sono poi alcuni modi in cui possiamo prevenire la formazione delle cuticole: innanzitutto mantenendo sempre la pelle delle mani (dita comprese) idratata, poi indossando i guanti quando si esce e anche quando si fanno i lavori in casa, soprattutto se si usano acqua e sapone, che possono disidratare la pelle.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other