Omega-3 vs invecchiamento del cervello: prevenire l’Alzheimer mangiando pesce

Pubblicato il 7 Giugno 2012 10:38 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2012 10:38

ROMA – Gli Omega-3 difendono il cervello dall’invecchiamento. Per questo motivo mangiare alimenti che ne sono ricchi come il pesce costituisce una valida prevenzione contro l’Alzheimer. Questi i risultati dello studio della Columbia University Medical Center di New York pubblicato sulla rivista Neurology. La ricerca è stata condotta su 1.200 soggetti sani con più di 65 anni. Lo studio ha evidenziato che i livelli di proteina beta amiloide, un marcatore di rischio per l’insorgenza dell’Alzheimer, sono stati ridotti dal 20 al 30 percento per coloro che assumevano un grammo di Omega 3 al giorno.

Fiorella Biasi, docente di Patologia generale alla Facoltà di Medicina San Luigi Gonzaga di Torino, ha detto: “Gli Omega 3 sono naturali antagonisti degli Omega 6. Al contrario degli Omega 6, gli Omega 3 forniscono il substrato per la produzione di molecole anti-infiammatorie neuroprotettive in grado di contrastare la produzione di beta amiloide nel cervello. E la beta amiloide è tossica per i neuroni: il suo accumulo concorre alla formazione delle “placche senili”, causando quei danni alla memoria e alle capacità cognitive che caratterizzano malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer. Tuttavia, anche gli Omega 6 sono essenziali per funzioni fondamentali del nostro organismo”.

La Biasi ha spiegato poi che entrambi gli acidi grassi sono importanti per l’organismo: “Bisogna tener conto, inoltre, dell’importanza di assumere adeguate quantità di antiossidanti e di limitare il consumo di grassi animali ricchi in colesterolo pure capace di potenziare la neurotossicità della beta amiloide. Durante la lavorazione e la conservazione (cottura, stagionatura, liofilizzazione) degli alimenti di origine animale, ricchi in grassi e colesterolo, quest’ultimo si ossida formando gli ossisteroli ancora più dannosi. La dieta mediterranea è quindi il modello nutrizionale ideale visto che prevede moderati consumi di formaggio e carne rossa, ed è ricca di frutta, vegetali e pesce”.