Placebo (acqua fresca) al posto del vaccino: il 35% accusa mal di testa, febbre…

di Alessandro Avico
Pubblicato il 27 Gennaio 2022 - 09:47
Placebo (acqua fresca) al posto del vaccino: il 35% accusa mal di testa, febbre...

Placebo (acqua fresca) al posto del vaccino: il 35% accusa mal di testa, febbre… FOTO ANSA

È bastata una iniezione di soluzione salina, ovvero un placebo, acqua fresca insomma, per scatenare alcuni degli effetti collaterali attribuiti normalmente ai vaccini anti-Covid. Mal di testa, male alle ossa, persino il rossore al braccio dell’iniezione o febbre. I pazienti, che spesso neanche sapevano di aver ricevuto il placebo al posto del vaccino, si sono comportati come se fossero stati immunizzati.

Placebo al posto del vaccino, lo studio

È il risultato, pubblicato su Jama, della meta-analisi, su 12 studi clinici riguardanti vaccini anti-Covid, randomizzati e controllati con placebo, condotta dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) di Boston. L’effetto placebo, in questo caso si è trasformato in effetto nocebo: sensazione di disagio che viene avvertita da chi, durante la sperimentazione, ha assunto un placebo invece del farmaco. La cosa sorprendente è stata vedere che il 35% delle 22.578 persone che hanno assunto un placebo, ovvero un’iniezione che non era vaccino, ha manifestato sintomi che hanno interessato l’intero corpo o un evento localizzato nel punto dell’iniezione.

Sintomi e fastidi veri, ma…

Quelli che gran parte di noi dopo il vaccino hanno avvertito come sintomi e fastidi e malesseri non sono inventati, non sono finti. Neanche quando vengono dall’effetto Nocebo. La febbre o il mal di testa ci sono davvero, ma è la nostra ansia, la nostra paura, sono le nostre emozioni a produrle. Perché l’intreccio tra psiche e soma è intenso e complesso e spesso inestricabile. Infatti è stranoto l’effetto Placebo. Prendi due gruppi di umani, ad uno somministri un farmaco, all’altro gruppo acqua fresca (ma non glielo dici che è acqua fresca).

I trattati con acqua fresca in buona percentuale accuseranno miglioramento delle condizioni fisiche e benessere. Perché il loro cervello ha registrato ed elaborato la nozione di essere curato e quindi lo accetta come dato di fatto e come tale lo comunica a cellule e organi. Al pari dell’effetto Placebo esiste il suo gemello effetto Nocebo: sei convinto possa farti male quindi, anche se è acqua fresca, ti fa male davvero perché il cervello è questo quello che “sa”.