Salmonella, focolaio in Europa. EFSA: “Colpa di alcuni cibi pronti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 luglio 2018 11:46 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2018 11:46
Salmonella, focolaio in Europa. EFSA: "Colpa di alcuni cibi pronti" (foto Ansa)

Salmonella, focolaio in Europa. EFSA: “Colpa di alcuni cibi pronti” (foto Ansa)

ROMA –  Il focolaio di Salmonella Agona che ha provocato l’infezione di 147 persone in 5 paesi europei, potrebbe esser stato causato da cibi confezionati pronti per il consumo. Cibi pronti contenenti cetrioli.

Lo rende noto [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) sul suo portale, specificando che il numero di persone interessate segnalate in ciascun paese è: Regno Unito (129), Finlandia (15), Danimarca (1), Germania (1) e Irlanda (1). Sulla base delle informazioni disponibili, scrive l’agenzia dell’Unione europea, “l’evidenza microbiologica suggerisce che i prodotti pronti al consumo contenenti cetrioli come possibile veicolo di infezione, ma finora non è stato possibile identificare il punto specifico nella catena di produzione in cui si è verificata la contaminazione. Sono quindi necessarie ulteriori indagini lungo la catena alimentare per identificare la fonte di contaminazione”.

La maggior parte delle persone infette da Salmonella sviluppa diarrea, febbre e crampi addominali in 12-36 ore dopo l’infezione. La malattia di solito dura dai 4 ai 7 giorni e ,sebbene la maggior parte delle persone guarisca senza trattamento, possono verificarsi gravi infezioni. I neonati, le persone anziane, le persone immunodepresse sono più propense di altre a sviluppare una malattia grave.