Salute

Salmonella, salame ritirato: il Ministero della salute lancia l’allerta

salmonella-salame

Salmonella, salame ritirato: il Ministero della salute lancia l’allerta

ROMA – Salmonella nel salame Nostrale della Bottega di Adò. Il Ministero della Salute ha disposto il richiamo di un lotto dell’insaccato prodotto dall’azienda di Montignoso, in provincia di Massa Carrara. Il lotto è il numero 170993 e pesa 800 grammi. La raccomandazione è naturalmente quelle di non consumare il salume con il numero di lotto interessato dal provvedimento.

L’azienda precisa che è stato inviato un avviso di richiamo da esporre nei punti vendita in cui è stato distribuito il prodotto. I consumatori che lo avessero già acquistato devono riportare il salame in negozio per il rimborso. L’avviso di richiamo è stato pubblicato sul nuovo portale dedicato alle allerte alimentari del dicastero di riferimento, nella sezione “Avvisi di sicurezza”.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non esclude che l’ingerimento del prodotto gastronomico possa rappresentare un pericolo per la salute, e mette perciò in guardia la popolazione. I batteri appartenenti a questo genere sono responsabili della “salmonellosi”, una delle più frequenti malattie a trasmissione alimentare. Si tratta dell’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche. La salmonellosi si trasmette soprattutto con alimenti mal conservati o mal processati, quindi bisogna fare sempre molta attenzione quando acquistiamo o quando cuciniamo il cibo.

 

To Top