Salute, cercate info su Google? Sui bimbi 1/3 dei siti dà consigli sbagliati

Pubblicato il 2 agosto 2012 15:50 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2012 15:58

gravidanzaROMA – Alzino la mano quanti di voi cercano informazioni sulla salute, propria e dei propri cari, su internet. Immaginiamo che la percentuale sarà molto alta ma non altrettanto alta è, spesso, la qualità delle informazioni che si trovano in Rete. Soprattutto si trovano moltissime informazioni false sulla cura dei neonati. Lo afferma uno studio pubblicato dal Journal of Pediatrics, secondo cui almeno un terzo dei siti ha informazioni sbagliate.

Lo studio della South Carolina University ha cercato con Google 13 frasi chiave estratte da specifiche linee guida dell’associazione dei pediatri e analizzato i primi 100 risultati. Il 43,5% dei siti forniva informazioni definite ‘accurate’, il 28,1% informazioni ‘inaccurate’ e il 28,4% informazioni giudicate non rilevanti per la salute dei neonati. Le frasi con la più alta percentuale di siti accurati sono risultate ‘sigarette e neonati’ e ‘posizione del neonato mentre dorme’, mentre gli errori principali sono stati trovati in ricerche su ‘come calmare il neonato’ e ‘i baby monitor’.

La ricerca è stata fatta su siti in inglese, ma secondo Pietro Bagolan, neonatologo dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, avrebbe risultati analoghi anche da noi. Il proliferare dei siti non è però una cosa negativa, spiega l’esperto: “Quella che i siti contengano errori è una sensazione stranota a tutti, ma bisogna anche dire che le linee guida non sono una legge, si possono seguire ma ci possono essere anche delle alternative – spiega Bagolan – nel pesare da una parte gli errori di Internet e dall’altra la possibilità che i genitori del paziente arrivino dal medico più consapevoli direi che il giudizio pende verso questo secondo aspetto. La situazione attuale è sicuramente migliore rispetto a quando la fonte di informazione era il vicino di casa o l’amico”.