Scrocchiarsi le dita non fa male né causa artrosi. A scoppiare son le “bolle”

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2015 13:24 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 13:28
Scrocchiarsi le dita non fa male né causa artrosi. A scoppiare son le "bolle"

Scrocchiarsi le dita non fa male né causa artrosi. A scoppiare son le “bolle”

ROMA – Scrocchiarsi le dita fa male? La risposta scientifica esatta è: probabilmente no. Di sicuro non causa l’artrosi, così come ci raccontavano le mamme per farci smettere. A sfatare il mito è stato il Dott. Donald Unger, un medico che ha speso 60 anni di onorata carriera a studiare il fenomeno. Insomma, la massima autorità in fatto di scrocchiamenti articolari, e che proprio in ragione della sua dedizione si è guadagnato l’IG Nobel, che non è una vera onorificenza, ma la parodia di quello vero.

Ma allora cosa causa quel rumore sordo che per decenni ha alimentato false credenze, arrivando a demonizzare l’insidioso giochetto? In realtà a schioccare non sono le ossa ma delle “bolle”, che si formano tra le giunture. Negli interstizi tra un’articolazione e l’altra risiede una sostanza, chiamata liquido sinoviale e che come suggerisce lo stesso nome serve ad oliare la frizione tra le ossa. Questo liquido contiene dei gas: ossigeno, azoto, biossido di carbonio. In pratica quando lo spazio tra un osso e l’altro si allunga si crea una specie di vuoto che risucchia il liquido sinoviale e favorisce la creazione di bolle dovute ai gas, che scoppiano facendo pressione.

Ecco anche spiegato perché per far scrocchiare di nuovo la stessa nocca bisogna attendere almeno 20 minuti, quelli che servono ai gas per tornare all’interno del fluido. Nulla di tutto ciò, assicura il dottor Unger, comunque è fatale per la salute delle vostre ossa. Anzi, al massimo può dare sollievo. Per dimostrarlo lo scienziato ci ha impiegato 60 anni durante i quali ha continuato a sollecitare la sua mano sinistra, lasciando intatta la mano destra per confrontare gli effetti a lungo termine tra le due. Dopo decenni la risposta è quella che ha sempre in cuor suo sospettato: non esistono effetti dannosi per la salute. Anzi, parafrasando una nota pubblicità: “Se non ti scrocchi le dita, godi solo a metà”.