Salute

Sonno, per vivere a lungo devi dormire almeno 8 ore

Sonno, per vivere a lungo devi dormire almeno 8 ore

Sonno, per vivere a lungo devi dormire almeno 8 ore

ROMA – L’elisir di lunga vita? Otto ore di sonno filate a notte. Ne è convinto il professor Matthew Walker, direttore del Center for Human Sleep all’Università di Berkeley in California, che nel suo ultimo libro spiega perché dormire ti allunga la vita. Nel suo ultimo libro intitolato “Why we sleep”, lo scienziato parla addirittura di allarme per la nuova dilagante “epidemia di privazione del sonno”.

Walker tratta la faccenda proprio come se fosse un pericoloso virus. “E lo è davvero, perché la vita d’oggi ci spinge a dormire sempre meno, senza tenere sufficientemente conto degli effetti pericolosi del fenomeno”. L’equazione è drammatica: meno dormiamo per non farci scappare la vita e più quella si accorcia. La cura però è a disposizione di tutti ed è gratis: dormire, sic et simpliciter.

A riprova della sua tesi il professor Walker passa poi in rassegna tutte le malattie correlate alla privazione del sonno: Alzheimer, cancro, diabete, obesità, disturbi mentali. Stando agli astrusi calcoli dello scienziato questa epidemia di insonnia costa all’economia britannica 30 miliardi di sterline l’anno. Vale quanto 2 punti di Pil e la stessa stima è facilmente traslabile sugli altri paesi europei, Italia compresa.

Certo è che la dieta del sonno è un lusso che non tutti possono permettersi. Ma i margini di flessibilità sono scarsissimi. La soglia minima sotto la quale non bisognerebbe mai scendere, afferma il professore, è di sette ore a notte. Comunque un eternità per la gran parte degli adulti. Il guaio, spiega Walker, è che l’etica dello studio prima e del lavoro poi, ci induce a dormire sempre meno per raggiungere sempre più obiettivi.

Il professore snocciola qualche numero per aiutare a comprendere la gravità del fenomeno. Nel 1942, meno dell’8% della popolazione, in Europa e Stati Uniti, sopravviveva con 6 ore di sonno o meno a notte. Nel 2017, una persona su due dorme 6 ore o meno per notte: sono il 50 per cento. Le cause? Straordinari a lavoro, trasporti più lunghi per i pendolari, intrattenimento moltiplicato, ansia, depressione, alcol e caffeina.

E poi c’è un problema squisitamente culturale: “Nella società occidentale odierna – afferma Walker – ci si vergogna a dire che si dorme molto. Dormire poco viene considerato un distintivo di onore, qualcosa di cui vantarsi. E’ imbarazzante ammettere in pubblico che si dormono otto ore per notte. Si fa la figura del pigro, per non dire dell’anormale”.

 

To Top