Uno spray nasale a base di anticorpi prelevati dai tuorli delle uova protegge dal coronavirus. Almeno per un po’ di tempo

di Caterina Galloni
Pubblicato il 15 Novembre 2020 15:00 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2020 17:28
Coronavirus, l'allarme dell'Oms: in Europa rischio terza ondata a inizio 2021

Coronavirus, l’allarme dell’Oms: in Europa rischio terza ondata a inizio 2021 (foto Ansa)

Uno spray nasale a base di anticorpi prelevati dai tuorli delle galline potrebbe “proteggere temporaneamente dal Covid-19”.

E’ quanto sostengono alcuni ricercatori della Stanford University che stanno lavorando al progetto supportati dal Pulitzer Center e dalla Heising-Simons Foundation.

Le gocce nasali contengono degli anticorpi delle galline che agiscono contro il coronavirus e, seppure temporaneamente, garantirebbero l’immunità al Covid-19.

Le galline producono anticorpi contro le infezioni com’è per gli esseri umani e le sostanze chimiche che combattono le infezioni si trovano anche in alte concentrazioni nelle loro uova.

I ricercatori stanno usando utilizzando i volatili per produrre rapidamente gli anticorpi contro il coronavirus e li stanno estraendo dai tuorli nella speranza che possano aiutare gli esseri umani.

Le narici saranno rivestite con due gocce, ogni quattro ore, e forniranno un’immunità temporanea in situazioni ad alto rischio. Ad esempio durante un volo su un aereo, in un’area affollata oppure utili agli operatori sanitari durante il lavoro. Allo studio, ancora in corso, partecipano 48 persone. Utilizzare le uova di gallina come fonte di anticorpi ha il vantaggio di essere facile, non letale ed economico. Ottenere anticorpi dal sangue di altre specie animali, compresi gli esseri umani, è un processo molto più complicato. “E’ un’enorme opportunità”, ha detto a Science Daria Mochly-Rose, chimica di Stanford che guida il progetto. Gli scienziati che lavorano allo spray sono ottimisti sui risultati ma altri sono scettici. Simon Clarke, professore associato di microbiologia cellulare presso l’University of Reading, ha dichiarato al Times:”Potrebbe avere qualche utilità se il contagio avvenisse solo attraverso il naso. “Lo spray non bloccherebbe l’infezione che avviene anche attraverso la bocca o gli occhi”. (Fonte:Daily Mail)