Stress da crisi, sempre più donne perdono i capelli

Pubblicato il 28 aprile 2012 12:24 | Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2012 12:24

ROMA, 28 APR – La crisi sta facendo 'perdere i capelli' sempre di piu' alle donne e ai giovani, che stanno raggiungendo i maschi nelle richieste di intervento per questo problema. Lo fa notare Ezio Maria Nicodemi, docente all' Universita' di Tor Vergata di Roma e chirurgo plastico all' Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) della capitale.

Secondo l'esperto ormai solo il 60% degli interventi e' sugli uomini: ''Le richieste per interventi contro la calvizie arrivano nella maggior parte dei casi da uomini che hanno raggiunto una buona posizione lavorativa e per i quali l' immagine e' importante anche sul posto di lavoro. Ultimamente pero' – spiega Nicodemi – arrivano sempre piu' richieste anche dalle donne, in prevalenza manager, che a causa di un'eccessiva stimolazione ormonale, spesso causata da forte stress, finiscono per presentare le stesse problematiche del sesso forte: diradamento dei capelli e stempiatura. Se pure in minoranza, non mancano, poi, le richieste di giovani ragazzi che una volta superati i 18 anni iniziano a presentare uno sfoltimento dei capelli''.

Tra gli interventi piu' richiesti, oltre al tradizionale trapianto, ci sono le microinfiltrazioni nel cuoio capelluto di piastrine prelevate nel sangue, che poi vengono stimolate attraverso un laser con l'obiettivo di far risvegliare i bulbi piliferi dormienti, 'preferite' dal 40% dei pazienti.