Tumore ai testicoli, aumentano i casi. Le 5 mosse per scoprirlo e proteggersi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Maggio 2015 9:47 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2015 9:47
Tumore ai testicoli, aumentano i casi. Le 5 mosse per scoprirlo e proteggersi

Tumore ai testicoli, aumentano i casi. Le 5 mosse per scoprirlo e proteggersi

ROMA – Il tumore ai testicoli colpisce principalmente fra i 25 e i 49 anni con una frequenza in crescita (+45% negli ultimi 30 anni). La buona notizia è che il tasso di mortalità è in netto calo: guarisce il 95% dei pazienti.

In Italia, secondo gli ultimi dati, i casi sono oltre duemila. Ciononostante la prevenzione, anche in questo caso, è il principale nemico della malattia. Una raccomandazione in particolare arriva dagli specialisti riuniti a Madrid per il congresso della Società europea di urologia e che indicano cinque mosse per proteggersi dal cancro ai testicoli, imparando a eseguire da soli un esame attento e accurato. La difesa della salute maschile passa anche attraverso l’autopalpazione, una pratica ormai ben nota all’universo femminile, abituato a osservare e tastare il proprio seno.

“I ragazzi devono imparare come, con poche mosse e in qualche minuto, scoprire un eventuale tumore dei testicoli sul nascere”, spiega Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di urologia.

“Questa è la neoplasia più comune nei giovani maschi fra i 25 e i 49 anni, rappresentando circa l’1% del totale e il 3-10% dei tumori che colpiscono l’apparato urogenitale maschile. È importante perciò sensibilizzare i giovani all’autopalpazione, insegnando loro a prestare attenzione a qualsiasi modifica possa verificarsi nell’anatomia o nella forma dello scroto e dei testicoli. Adulti e ragazzi dovrebbero conoscerne dimensioni e aspetto ‘normali’, in modo da essere in grado di riconoscere immediatamente qualunque alterazione”.

In questo modo si allontanano anche le probabilità fino al 12% di un possibile sviluppo di un cancro della prostata. Per una corretta e utile autopalpazione maschile occorre comunque osservare alcune regole, cinque come detto in precedenza.