Ulcera carnivora (di Buruli): in Australia siamo all’epidemia. Un batterio divora la pelle

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 aprile 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2018 8:30
Ulcera carnivora (di Buruli): in Australia siamo all'epidemia. Un batterio divora la pelle

Ulcera carnivora (di Buruli): in Australia siamo all’epidemia. Un batterio divora la pelle

ROMA – 182 nuovi casi nel 2016, 275 nel 2017 e già 30 (quelli accertati) nel 2018: la progressione allarmante del numero di casi di ulcera carnivora nello stato di Vittoria in Australia fa pensare a una preoccupante epidemia.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Di cui non si conoscono origine e possibili sviluppi. L’ulcera di Buruli (questo il termine scientifico) è nota in Africa, si sa che alligna nelle acque stagnanti, ma come il suo contagio possa essersi esteso all’Australia resta un mistero. Gli effetti del batterio mangiacarne (Mycobacterium ulcerans) possono essere devastanti se non si interviene prontamente con gli anti-biotici: divora letteralmente i tessuti, disabilità e deformità permanenti spaventano cittadini e autorità sanitarie.

 Quando infatti il batterio Mycobacterium ulcerans raggiunge la pelle emette tossine che distruggono le cellule del derma, i piccoli vasi sanguigni e il grasso sottocutaneo, causando la formazione di ulcere e la perdita di pelle. Con il passar del tempo l’ulcera diventa più grande e portare a deturpazione permanente e disabilità, per questo è chiamata «ulcera carnivora). Colpisce principalmente la pelle ma può anche interessare l’osso (più facilmente gambe e braccia, ma anche il viso). (Cristina Marrone, Corriere della Sera)

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other