Usa, trachea fatta con stampante 3D salva un bambino

Pubblicato il 24 Maggio 2013 11:24 | Ultimo aggiornamento: 24 Maggio 2013 11:24

Usa, trachea fatta con stampante 3D salva un bambino ANN ARBOR (USA) – Un bambino salvato da una trachea stampata in 3D: sembra fantascienza, ma è quello che è successo al Mott Children’s Hospital dell’Università del Michigan. 

Il piccolo Kaiba, di 20 mesi, era affetto da una grave malattia respiratoria, la tracheobroncomalacia (Tbm), che gli aveva causato il collasso della trachea e dei grossi bronchi.

I ricercatori dell’Università del Michigan hanno realizzato uno scheletro su misura per sostenere lo sviluppo della trachea e dei bronchi del piccolo. Il supporto, fatto con un polimero semicristallino sintetico biodegradabile, è stato creato stampando in 3D l’immagine ad alta risoluzione della Tac di Kaiba.

Lo scheletro è stato quindi cucito intorno alle vie respiratorie di Kaiba per espandere i bronchi e dare un supporto per aiutare la crescita corretta dell’apparato. Dopo tre anni verrà riassorbito dal corpo.

La Tbm grave colpisce un neonato su 2.200, e spesso viene confusa con l’asma.