Vaccino AstraZeneca, verso ok fino a 65 anni se si è in buona salute. Ora servono ok di Cts e Aifa

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Febbraio 2021 18:12 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2021 18:12
Vaccino AstraZeneca, verso ok fino a 65 anni se si è in buona salute. Ora servono ok di Cts e Aifa

Vaccino AstraZeneca, verso ok fino a 65 anni se si è in buona salute. Ora servono ok di Cts e Aifa (Foto AnsA)

Verso l’ok alla somministrazione in Italia del vaccino anti Covid AstraZeneca a soggetti fino ai 65 anni di età, purché in buona salute. E’ questa la linea espressa dagli esperti nella riunione di martedì 16 febbraio alla quale hanno partecipato rappresentanti del ministero della Salute, Aifa e Regioni.

Per procedere concretamente però bisognerà attendere una ulteriore valutazione della Commissione tecnico scientifica e il pronunciamento dell’Aifa, che decide in autonomia su farmaci e vaccini. 

Il ministro della salute ha, infatti, chiesto all’Aifa di “fare ogni verifica sul piano scientifico e sulla base di evidenze, per capire se c’è la possibilità di ampliare il limite dell’età. Tale decisione aiuterebbe a velocizzare la campagna vaccini”.

AstraZeneca raccomandato da Oms anche per varianti

E’ notizia di ieri l’approvazione in emergenza dell’Oms per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca, un passaggio che apre la strada alla distribuzione di centinaia di milioni di dosi anche ai paesi svantaggiati fino ad ora privi di immunizzazione.

AstraZeneca lavorerà ora con lo strumento Covax per iniziare a fornire il vaccino in tutto il mondo, con la maggioranza che si recherà il più rapidamente possibile nei paesi a reddito medio e basso.

La procedura aiuta i Paesi che non hanno i mezzi per determinare da soli l’efficacia e la sicurezza di un farmaco ad avere un accesso più rapido alle terapie.

Il gruppo consultivo strategico di esperti sull’immunizzazione (Sage) dell’Oms, fa sapere in una nota la multinazionale, ha inoltre “raccomandato l’uso del vaccino nei paesi in cui sono prevalenti nuove varianti, inclusa la variante B1.351 sudafricana”.