I video a luci rosse fanno male alla salute: il report di alcuni parlamentari britannici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 ottobre 2018 6:10 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 19:19
I video a luci rosse fanno male alla salute: il report di alcuni parlamentari britannici (foto Ansa)

I video a luci rosse fanno male alla salute: il report di alcuni parlamentari britannici (foto Ansa)

ROMA – Il porno è dannoso e dovrebbe essere considerato alla stregua del fumo, della guida pericolosa e altri importanti problemi di salute, ricevere uguale finanziamento pubblico, sostengono i parlamentari britannici della commissione donne e parità dei diritti.

I parlamentari hanno insistito sul fatto che “i luoghi pubblici devono essere resi sicuri per le donne e le ragazze”, e hanno chiesto di vietare la visione di materiale per adulti via smartphone sui mezzi pubblici. Il gruppo ha formulato una serie di raccomandazioni su come limitare gli impatti dannosi della pornografia e inoltre criticato i social media come Twitter e Facebook:

“Gli spazi online sono luoghi pubblici in cui le molestie sessuali su donne e ragazze sono diffuse”, chiedendo al governo di costringere le piattaforme a intervenire sul problema Le richieste sono state fatte con un report che parla di molte donne, ragazze e bambine “terrorizzate” dalle molestie che hanno subito, almeno due su cinque giovani donne hanno ricevuto foto oscene.

C’è un caso particolarmente orribile, quello di Nathan Matthews, che ha ucciso la sorellastra sedicenne Becky Watts, ed era ossessionato dalla pornografia violenta. Si ritiene che Matthews prima di strangolare la sorellastra nella camera da letto e smembrare il corpo, abbia visto un film porno violento. È stato condannato all’ergastolo con un termine minimo di 33 anni di carcere mentre la fidanzata, Shauna Hoare, è stata giudicata colpevole di omicidio colposo e condannata a 17 anni di prigione.