Virus Dengue, rischio contagio per via sessuale: trovate tracce nello sperma

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 maggio 2018 5:44 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2018 17:15
Virus Dengue, rischio contagio per via sessuale: trovate tracce nello sperma

Virus Dengue, rischio contagio per via sessuale: trovate tracce nello sperma

ROMA – Il virus Dengue, malattia tropicale causata da punture di zanzara che a loro volta hanno punto una persona infetta, potrebbe essere trasmesso anche per via sessuale, secondo uno studio dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

Gli scienziati hanno rilevato la presenza del virus nel liquido seminale di un cinquantenne italiano, ricoverato allo Spallanzani, guarito da una recente infezione e appena rientrato da un viaggio in Thailandia. Ciò ha spinto gli scienziati a pensare che il virus possa essere trasmesso sessualmente anche dopo la guarigione del paziente.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Anche se gli adulti di solito hanno solo sintomi lievi come il mal di testa, febbre e dolori muscolari o articolari, tra l’uno e il due per cento dei casi di dengue sviluppano la forma grave, che può essere fatale. L’uomo era guarito, dopo 23 giorni e le tracce del virus erano scomparse dal sangue e dalle urine ma erano ancora presenti, dopo 37 giorni nel liquido seminale. Tutte le tracce sono scomparse dal corpo dopo 55 giorni.

La scoperta ha portato gli scienziati a pensare che il virus possa essere trasmesso attraverso i rapporti sessuali, nello stesso modo del virus Zika. Per chi viaggia, il  modo migliore per proteggersi dal virus è quello di evitare di essere punti dalle zanzare, coprire il corpo con indumenti larghi e utilizzare un repellente per zanzare.