5G, l’esperto lancia l’allarme: “Con la nuova rete a rischio la salute, fauna selvatica…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2019 7:20 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2019 6:29
5g malattie

5G, l’esperto lancia l’allarme: “Con la nuova rete rischio malattie, fauna selvatica…”

ROMA – E’ allarme per la connessione 5G: la nuova rete a banda larga superveloce, secondo un esperto, potrebbe essere responsabile di una catastrofe a livello mondiale, compresa l’estinzione della fauna selvatica, provocare malattie come il cancro, modificare il campo magnetico terrestre. A rilasciare le scioccanti dichiarazioni è lo statunitense Arthur Robert Firstenberg, autore e attivista sulle radiazioni elettromagnetiche e i pericoli sulla salute.

Fondatore del gruppo Celluar Phone Task Force, dal 1996 in numerose pubblicazioni sostiene che la tecnologia wireless è pericolosa.

Nel libro “Microwaving Our Planet: The Environmental Impact of the Wireless Revolution” pubblicato nel 1997, afferma che “fin dal 1927, l’industria delle telecomunicazioni ha eliminato le prove compromettenti riguardo la tecnologia”. 

Di recente ha lanciato una petizione online in cui chiede alle organizzazioni mondiali, come l’ONU, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’UE di “bloccare con urgenza  lo sviluppo del 5G”, acronimo di 5th Generation, che dovrebbe essere disponibile da quest’anno.

Parlando al Daily Star Online, ha spiegato: “Nell’atmosfera ci sono circa 20.000 satelliti. Il 15 novembre la FCC ha approvato il progetto di Elon Musk di 12.000 satelliti e sarà avviato a metà del 2019”.

“Ricevo segnalazioni da varie parti del mondo secondo cui le antenne 5G vengono montate ovunque e le persone si stanno già ammalando, insieme alla popolazione d’insetti. Ciò potrebbe trasformarsi in una catastrofe mondiale: quando furono lanciati i primi satelliti per i cellulari, alla fine degli anni ’90, le persone sensibili a queste cose si ammalarono”.

“Negli USA, il tasso di mortalità è aumentato del 5-10% e ci sono state segnalazioni che gli uccelli non volavano più. E ciò solo per 77 satelliti per cui siamo preoccupati dalla prospettiva di 20.000”. 

Secondo Firstenberg, le reti wireless sono “dannose per gli esseri umani” e “il 5G aumenterà enormemente l’esposizione alle radiazioni a radiofrequenza (RF) sulle reti 2G, 3G e 4G per le telecomunicazioni già installate”.

“Le radiazioni RF hanno dimostrato di essere dannose per l’uomo e l’ambiente. L’utilizzo del 5G rappresenta un esperimento sull’umanità e sull’ambiente definito come un crimine secondo il diritto internazionale”.

“Nonostante la diffusa negazione, la prova che le radiazioni RF siano dannose per la vita è schiacciante:  uomini malati e feriti, prove di danni al DNA, a un’ampia varietà di piante e animali, le principali malattie della civiltà moderna – cancro, malattie cardiache e diabete – sono in gran parte causate da inquinamento elettromagnetico come confermano più di 10.000 studi”.

Ma molti scienziati ufficiali respingono le affermazioni di Firstenberg, sostengono che non vi sia alcuna prova schiacciante di cancro causato dalle radiazioni dei cellulari.