Algoritmo prevede se il malato muore, esatto al 95%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 giugno 2018 10:13 | Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2018 10:13
Algoritmo prevede se il malato muore, esatto al 95%

Algoritmo prevede se il malato muore, esatto al 95%

ROMA – Google potrebbe rivelarci il giorno in cui moriremo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Non si tratta di fantascienza, ma di un algoritmo sviluppato dai ricercatori della società di Mountain View che potrebbe prevedere quanto abbiamo ancora da vivere con una precisione che arriva al 95%. Google ha utilizzato l’intelligenza artificiale per analizzare una grande quantità di dati provenienti da oltre 216.000 pazienti adulti ricoverati in ospedale per almeno 24 ore.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature, ha rivelato che l’algoritmo poteva prevedere con precisione il rischio di mortalità, di un nuovo ricovero in ospedale e di una eventuale degenza prolungata: “In tutti i casi, il metodo si è dimostrato più accurato rispetto ai modelli precedentemente pubblicati”, spiegano i ricercatori di Big G. “Eravamo interessati a capire se informazioni approfondite potessero produrre previsioni valide su un’ampia gamma di patologie cliniche”, continuano.

Lo studio preconizza meraviglia di intelligenza artificiale ma nasconde insidie addirittura esistenziali, conoscere in anticipo il tuo futuro – Edipo insegna – può rivelarsi una tragedia. Gianluca Nicoletti su La Stampa prova a spiegare perché.

Lo scopo dello studio forse era solo quello di prevenire eventuali ricadute, ma ora che esiste la macchina della profezia mortale, ci resta solo che aspettare quale sarà lo straordinario uso social che potrebbe esserne fatto. Si prevede un’impennata dei premi assicurativi sulla vita, una possibile caduta della voglia di occupare alacremente il proprio tempo in chi fosse colpito da un’infausta sentenza a media o breve scadenza. (Gianluca Nicoletti, La Stampa)