Anziano cade? Microsensore chiama e apre la porta ai soccorritori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2014 6:52 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2014 23:57
Anziano cade? Microsensore chiama e apre la porta ai soccorritori

Foto d’archivio

BRUXELLES – Un microsensore che allerta l’esterno se un anziano cade e si collega ad altri dispositivi intelligenti per aprire la porta di casa ai soccorsi. Lo ha realizzato l’Istituto per la microelettronica dei microsistemi (Imm) del Cnr di Lecce, all’avanguardia nelle nuove tecnologie che danno una mano ad una società che invecchia.

“La tecnologia può andare incontro alle sfide sociali e allo stesso tempo aprire nuove opportunità per imprese nel settore ICT più innovativo, che include software e hardware”, spiega Pietro Siciliano, responsabile dell’Imm di Lecce, in occasione della sua partecipazione alla rassegna Techitaly 2014 all’Europarlamento.

“Lavoriamo su microsensori, anche indossabili, che migliorano la vita degli anziani – racconta Siciliano – e collaboriamo con altri partner europei sulla robotica assistiva, cioè piccoli robot equipaggiati di uno schermo e di tutta la dispositivistica di tipo miniaturizzato: pensiamo ai ‘trainer virtuali’ che abbiamo realizzato per i malati di Alzheimer o per altre patologie neurodegenerative”.

Per realizzare tante ricerche “è partita INNOVAAl, una compagine pubblico-privata attivissima in Puglia, che include 16 imprese e quattro centri di ricerca, di cui Imm è capofila” spiega il responsabile di Lecce.