Un satellite russo per controllare l’asteroide Apophis che potrebbe colpire la Terra

Pubblicato il 18 maggio 2010 13:18 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2010 13:18

Un corpo celeste che tra 26 anni potrebbe colpire la Terra, distruggendo ogni forma di vita. Gli scienziati russi, capitanati dal direttore dell’Istituto Ricerche Spaziali Lev Zeleny, hanno cominciato a monitorare attraverso un satellite l’asteroide Apophis, ritenuto una possibile minaccia per il nostro pianeta.

“Nel 2029 l’asteroide passerà molto vicino alla Terra ma nel 2036 c’è un probabilità che Apophis impatti col nostro pianeta, portando a conseguenze catastrofiche”, ha detto Zeleny.

Apophis è stato scoperto nel 2004 ed in questi anni gli esperti russi hanno avanzato la tragica ipotesi, anche se il tempo per evitare la collisione c’è ed il satellite servirà proprio ad evitare l’impatto.