Apple, vuoi diventare un venditore? Prima il Bootcamp, poi il “manuale segreto”

Pubblicato il 31 agosto 2012 9:06 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2012 9:07
Apple store

Apple store

ROMA – Empatia e persuasione.  Il “manuale segreto” dei dipendenti Apple per diventare bravi venditori è stato svelato. Una versione 2.0 del “cliente ha sempre ragione”. L’Apple studierebbe nei dettagli, riporta Gizmodo, la psicologia dei suoi rivenditori. Scritte nere su bianco le regole da seguire nella vendita, quali parole non usare ed anche come rispondere se un cliente dovesse lamentarsi dei prezzi troppo alti. Non un corso di formazione, afferma Gizmodo, ma un vero e proprio addestramento di 14 giorni in un Bootcamp per diventare rivenditore della più famosa e ambita mela.

Il sito Gizmodo sarebbe entrato in possesso di una copia del Genius Training Student Workbook di Apple. Il segreto sarebbe nell’empatia e nella persuasione, senza mai diventare insistenti. Bisogna usare poche parole e frasi precise, meglio se tra quelle preconfezionate del manuale.

Un cliente si lamenta dei prezzi troppo alti? Allora il commesso dovrà rispondere: “Capisco quello che provi a riguardo, anche io avevo la tua stessa percezione. Ma poi ho scoperto che questo è il suo giusto valore”. I bug diventano “situazioni” e non temibili bachi.  E se il Mac di turno è in crash, meglio dire che ha smesso di funzionare. Tutte conversazioni che il manuale considera “essenziali per mantenere la tradizione di vendita al dettaglio Apple”.

Insomma tutto sarebbe stato studiato al dettaglio e solo i migliori possono diventare dei rivenditori Apple. L’idea di un manuale ed un addestramento potrebbe sembrare forse un po’ maniacale, ma non inverosimile se si pensa a Steve Jobs, l’uomo che ha studiato i “cubi trasparenti” per i suoi Apple Store.