Spazio. Rientro avventuroso per astronauti Iss, guasti alla Soyuz

Pubblicato il 13 settembre 2013 18:38 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2013 19:02
La Soyuz nello spazio

La Soyuz nello spazio

KIEV, RUSSIA –  All’indomani dell’atterraggio nel Kazakhstan, il cosmonauta russo Pavel Vinogradov, comandante della stazione spaziale internazionale (Iss) citato dall’agenzia Interfax, racconta che il viaggio di rientro con la Soyuz è stato più avventuroso del solito a causa di un guasto al sistema di guida automatico della navetta che ha costretto ad eseguire la manovra con i comandi manuali.

Vinogradov, a bordo con il russo Alexandr Missurkin e lo statunitense Christopher Cassidy, ha detto che il danno ha riguardato gli strumenti che forniscono all’equipaggio informazioni di primaria importanza, come quelle relative l’altitudine.

Queste ultime sono state comunicate via radio ai tre uomini dell’equipaggio. Quando è stato comunicato loro che la navetta si trovava a non più di 100 metri dal suolo, “ho contato otto secondi – ha detto Vinogradov – e siamo atterrati dolcemente”.