Blackberry e Samsung, alleanza per fare a meno di Android?

Pubblicato il 8 agosto 2012 21:08 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2012 21:59
blackberry

(Foto Lapresse)

NEW YORK – Blackberry-Samsung: un’alleanza che potrebbe aiutare sia la società canadese Research in Motion sia quella sud coreana per trovare un software che batta Android.

L’indiscrezione su una possibile alleanza fra i due colossi spinge i titoli di Research in Motion, che avanzano del 5,33%, ai massimi dell’ultimo mese, perché lascia intravedere una possibile svolta per la società canadese, che ha avviato nei mesi scorsi un esame delle proprie opzioni strategiche, fra le quali la vendita.

Una volta leader del mercato, Blackberry ha risentito della concorrenza dell’iPhone e di Android. E le difficoltà alla fine dello scorso anno, che avevano lasciato scoperti la metà dei clienti Blackberry al mondo nell’ottobre 2011, non hanno che peggiorato la situazione.

I problemi tecnici avevano avviato una rivoluzione all’interno della società, con l’uscita dei vertici, incluso Jim Balsillie, che aveva lasciato dopo 20 anni in azienda. Le redini e la ricerca del rilancio sono stati affidati a Thorsten Heins che, due mesi dopo l’assunzione del ruolo avvenuta nel gennaio 2012, ha avviato l’esame delle possibilità che si aprivano per la società, fra le quali la vendita.

Secondo indiscrezioni, diverse società potrebbero essere interessate a Blackberry. Samsung – secondo Peter Misek, analista di Jeffrey – è ben posizionata per un’alleanza strategica con la società produttrice del BlackBerry. ”Riteniamo che Samsung voglia rafforzare gli sforzi per un sistema operativo, acquistando la licenza di BB10 o acquistando Rim. Riteniamo che ogni eventuale acquisizione sia improbabile fino a dopo il lancio di BB10”, il nuovo sistema operativo del Blackberry, afferma Misek in una nota. Samsung – aggiunge – sta avendo buoni risultati con i suoi cellulari ma è in pericolo perché non ha un proprio software e usa la piattaforma Android.

Ottenere la licenza del BB10 è una possibilità e ci sono trattative al riguardo, mette in evidenza Misek. In ogni caso lavorare con una Reserach in Motion indipendente pone dei rischi perché la società che produce il Blackberry potrebbe essere acquistata da altri e Samsung essere tagliata fuori. L’acquisto di Research in Motion è un’assicurazione perché questo non avvenga.