Brasile, scoperto gigantesco topo preistorico: è grande quanto un essere umano

di Caterina Galloni
Pubblicato il 14 Febbraio 2020 7:40 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2020 18:45
Brasile, Ansa

Brasile, scoperto gigantesco topo preistorico: è grande quanto un essere umano (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Scoperto in un sito di fossili ad Acri, Brasile, un gigantesco ratto preistorico, grande quanto un essere umano, che viveva nella foresta pluviale amazzonica dieci milioni di anni fa.

Il Neoepiblema acreensis pesava circa 80 kg, era lungo più di un metro e mezzo ed era il più grande roditore di sempre nell’America del Sud. Per rendere l’idea, un topo medio odierno è lungo circa 30 cm e pesa circa mezzo chilo.

Il gigantesco roditore aveva due enormi denti incisivi curvi e un cervello minuscolo che pesava soltanto 114 grammi. I teschi di due ratti sono stati trovati in un sito ad Acri: uno era quasi intero mentre l’altro includeva un frammento di cranio, la parte che racchiude il cervello; era così ben conservato che erano persino impressi i bulbi olfattivi – l’area del cervello che elabora gli odori – i lobi frontali e temporali. Jose Ferreira, autore principale dello studio, ha dichiarato: “Il Neoepiblema era lungo circa un metro e mezzo e pesava circa 80 kg, più grande dunque del capibara, il più grande roditore vivente che pesa circa 60 kg”.

“Il Neoepiblema è un parente ormai estinto dei cincillà e delle pacarane e abitava nell’Amazzonia brasiliana occidentale circa 10 milioni di anni fa. Viveva in ambienti paludosi esistenti ancor prima dell’emergere di una delle più grandi foreste tropicali del mondo”. Le sue dimensioni indicano che aveva pochi predatori ma si pensa che i coccodrilli di grandi dimensioni aspettassero che passasse un Neoepiblema e poi si avventassero su di lui. Ferreira, della Federal University of Santa Maria, ha spiegato:”Sebbene il Neoepiblema fosse uno dei più grandi roditori di sempre, il cervello rispetto alla massa corporea era molto piccolo. L’evoluzione nel tempo di questa relazione tra cervello e dimensioni del corpo è nota come encefalizzazione”. Esistono più di 2000 specie viventi di roditori, che sulla Terra costituiscono quasi la metà dei diversi mammiferi. Includono gruppi molto diversi come istrici, castori, scoiattoli, marmotte e cincillà. “Alcuni Neoepiblema sudamericani estinti hanno raggiunto dimensioni corporee giganti durante il tardo Miocene, circa 10 milioni di anni fa”.

Fonte: Daily Mail.