La carne sintetica è realtà: ma i costi sono ancora proibitivi

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2018 7:52 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018 6:28
La carne sintetica e realtà: ma i costi....

La carne sintetica e realtà: ma i costi….

ROMA – Fino a qualche anno fa, l’idea di poter comprare della carne sintetica faceva parte dei film di fantascienza. Un’azienda americana ha così deciso di portare avanti l’iniziativa annunciando di aver creato degli hamburger sintetici, con l’ausilio di cellule staminali animali, pronti ad approdare sulle nostre tavole molto prima di quel che si possa pensare.

Nuggets di pollo, salsicce e foie gras prodotti in laboratorio, potrebbero cominciare a essere venduti negli Usa e in Asia “prima della fine del 2018” ha spiegato Josh Tetrick, Ceo dell’azienda “JUST”,  la cui sede è  a San Francisco.  La “carne pulita”, così viene chiamata dai produttori, è stata osannata come una possibile soluzione ai cambiamenti climatici e alla fame nel mondo ma, come lo stesso Tetrick ha spiegato alla Cnn,  la percezione del pubblico e l ‘”esperienza sensoriale” dei prodotti rimangono ostacoli considerevoli da superare.
“La carne pulita resterà una fantasia se non riusciremo a riprodurre l’intera esperienza sensoriale: dal colore alla consistenza, l’odore e la durata di conservazione” ha spiegato.
“Ma non sono questi gli unici ostacoli che il settore della carne sintetica deve superare: ci sono infatti anche delle norme da rispettare che rappresentano una vera e propria sfida per i produttori” ha aggiunto Tetrick in un’intervista a The Guardian.
Le previsioni di Mark Post, direttore scientifico del Mosa Meat, laboratorio in Olanda che ha prodotto il primo hamburger sintetico, sono invece meno rosee rispetto a quelle del collega Tetrick: Post, infatti, ha detto alla CNN che i processi di approvazione potrebbero ritardare la distribuzione di anni.
Un altro problema  potrebbe inoltre essere il prezzo: Memphis Meat, azienda che produce “carne pulita” a San Francisco, spende circa 2.300 euro per produrre appena 450 grammi di manzo; grazie al costante miglioramento delle tecniche  di produzione, le aziende ritengono che nei prossimi tre anni, i primi prodotti  saranno pronti per essere lanciati sul mercato.
Nonostante il primo hamburger sintetico costasse 320.000 euro circa, Post ha detto che i prossimi “clean burgers” avranno un prezzo iniziale di 8 euro.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità  afferma che con l’aumento della popolazione e della conseguente richiesta,  la produzione di carne aumenterà da 218 milioni di tonnellate all’anno, negli anni 1997-1999, a 376 milioni di tonnellate entro il 2030.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other