Cern/ Dopo i guasti le riparazioni. A novembre riparte l’acceleratore di particelle. E’ il più potente mai costruito

Pubblicato il 31 Luglio 2009 16:16 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 16:16

cern-01lI lavori di riparazione e miglioramento del superacceleratore del Cern, il più potente mai costruito, saranno terminati a novembre. Per quella data, il fiore all’occhiello del centro scientifico di Ginevra potrà finalmente cominciare a funzionare. I tecnici stanno pensando di farlo lavorare anche durante i mesi invernali per recuperare il tempo perduto dalla scoperta del guasto.

Gli annunci sulle condizioni del superacceleratore arrivano da Roberto Petronzio, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), che ha spiegato che gli interventi riguardano « la comprensione dell’evento, la riparazione e la prevenzione di futuri problemi». Si tratta, ormai, non più di una mera questione di tempistica bensì di una corsa serrata per la conquista di uno dei sogni della scienza contemporanea: la scoperta della “particella di Dio” cioè quel bosone di Higgs che spiegherebbe il perché una materia ha una massa.

Ormai è sfida aperta tra il laboratorio Fermilab di Chicago e il Cern. Nonostante i ritardi, il presidente dell’Infn si mostra ottimista: «Noi abbiamo borsisti che hanno lavorato a Chicago e poi sono andati al Cern e questo aiuterà». La caccia al bosone è aperta.