Chi ti chiama con l’anonimo? Whooming ti dice il numero del tuo seccatore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 22:39 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 22:40
Chi ti chiama con l'anonimo? Whooming ti dice numero tuo scocciatore


Chi ti chiama con l’anonimo? Whooming ti dice il numero del tuo scocciatore

ROMA – Squilla il cellulare ma sul display non compare alcun numero. Quante volte vi sarà capitato? Dietro quelle chiamate potrebbe nascondersi chiunque: uno stalker o un truffatore, ma anche un innocuo operatore di call center. Ora esiste un’app per Android che è in grado di rivelare l’identità dei vostri scocciatori. Si chiama Whooming, è gratis ed è già attivo in Usa, Italia, Grecia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Romania. Il servizio gestisce già la bellezza di 700.000 chiamate al giorno, l’80% delle quali proprio nel nostro paese.

Il software, ideato da sviluppatori italiani, è in grado di recuperare l’utenza da cui proviene la chiamata ed ha già ricevuto numerose offerte di acquisto ma gli autori non sembrano interessati alla vendita e, ironia della sorte, preferiscono restare anonimi.

Come funziona? Basta collegarsi al sito www.whooming.com, e registrarsi. Dopo di che potrete deviare le chiamate ricevute: basta rifiutare la chiamata anonima e subito dopo Whooming vi invierà un sms con il numero del vostro seccatore. A quel punto potrete richiamarlo per fargli sapere che non è più anonimo, oppure nei casi più gravi, rivolgervi alle autorità, se lo riterrete necessario. Whooming ci dice anche se la chiamata arriva da Skype o altri servizi simili, un’informazione che potrebbe rivelarsi utile in caso di denuncia alla Polizia.

Il team di Whooming ci tiene però a restare anonimo. Un po’ per deformazione professionale e un po’ per serbare quell’aura di benefattori senza volto. Il servizio che dal punto di vista finanziario non sta ancora in piedi da solo, vive dello sforzo solidale dei suoi sviluppatori e di qualche donatore. Intervistati dal quotidiano la Repubblica, spiegano: “Purtroppo non possiamo dedicare a questi progetti tutto il tempo che vorremmo, ma sentirete sempre più spesso parlare di noi. Ci piace pensare che si possano fare delle cose interessanti e stimolanti, senza doverle progettare per accumulare denaro. Questa è un po’ la filosofia del team che continua a navigare con il suo spirito freak”.