Cina, scoperte impronte dell’insetto più antico del mondo: risalgono a 551 milioni di anni fa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 giugno 2018 7:30 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2018 20:35
Cina, scoperta impronta insetti più antica al mondo

Cina, scoperte impronte dell’insetto più antico del mondo: risalgono a 551 milioni di anni fa

ROMA – Scoperta in Cina l’impronta di uno dei primi animali presenti sulla Terra, risalente a 551 milioni di anni fa. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Secondo gli scienziati dell’Istituto Nanjing di Geologia e Paleontologia (Nigp) dell’Accademia Cinese delle Scienze e della Virginia Tech americana, le minuscole orme parallele, misurano pochi millimetri, potrebbero essere appartenute a un antenato dei moderni insetti o vermi.

In precedenza, si riteneva che gli animali con paia di zampe in grado di lasciare questo tipo di impronte, apparvero per la prima volta durante la cosiddetta “esplosione del Cambriano” tra i 541 e 510 milioni di anni fa, spiega il Daily Mail. Ma questa creatura, che fornisce la prima prova di un animale con le zampe, risalirebbe al periodo Ediacarano, tra i 635 e 541 milioni di anni fa.

I ricercatori hanno trovato le minuscole impronte inclinando le rocce a diverse angolazioni in modo da catturare la luce dal sole, che farebbero pensare ad animali con appendici simmetriche. Tuttavia ancora non è possibile individuare con certezza l’animale poiché non sono stati ancora trovati i suoi resti fossili.

Le tracce sono collegate anche a piccoli cunicoli e solchi, scavati probabilmente dall’animale in cerca di cibo. A lasciarle, come ha detto Zhe Chen del Nigp al Daily Mail, potrebbero essere stati animali come gli artropodi, cui appartengono i moderni insetti, o gli anellidi, animali con il corpo formato da strutture ripetute come gli attuali lombrichi.