Cina. Trovate in una tomba uova intatte di 500 anni fa: risalgono alla dinastia Ming

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 10 Dicembre 2019 15:24 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2019 15:25
Cina, uova di 500 anni fa intatte trovate nel vaso nella tomba della dinastia Ming

Foto archivio ANSA

ROMA – Riso e uova intatte di oltre 500 anni fa sono state trovate da alcuni archeologi in un vaso nella provincia del Sichuan, in Cina. Il vaso è stato trovato in una tomba della dinastia Ming, nel parco della città di Guang’an. A rivelarlo è stato il curatore del Guang’an City Museum, Tang Yunmei.

L’epitaffio trovato sulla tomba suggerisce che sia appartenuta a Yang Ming, che morì nel 1501, e alle sue due mogli. Le uova con i gusci intatti sono conservate nel riso all’interno del vaso. Tang ha dichiarato che la tomba, di pietra, era ben sigillata e aveva buoni sistemi contro l’umidità e la corrosione, compreso uno strato di calce di tra i due e i cinque centimetri all’interno delle bare di legno. Anche il vaso di riso e uova è stato protetto da un coperchio.

Il curatore Yunmei ha spiegato: “Le uova sono ben conservate grazie all’accurata costruzione della tomba, creata in uno spazio ristretto con temperatura e umidità costanti”. I ritrovamenti di uova intatte provenienti da antiche tombe sono estremamente rari in Cina. In uno dei pochi casi segnalati, a marzo gli archeologi hanno portato alla luce un vaso pieno di uova, con una sola rotta, da una tomba di 2.500 anni fa nella provincia di Jiangsu, nella Cina orientale.

Gli storici stanno ancora discutendo le connotazioni culturali del mettere le uova nelle tombe. Una teoria è che simboleggino la continuità della vita attraverso la prole, mentre altri ritengono che i proprietari delle tombe erano semplicemente grandi consumatori di uova da vivi. (Fonte ANSA)