Cometa Lovejoy visibile a occhio nudo il 7 gennaio: sguardi puntati a Orione

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 7 Gennaio 2015 15:49 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2015 12:07
Cometa Lovejoy visibile a occhio nudo il 7 gennaio: sguardi puntati a Orione

Cometa Lovejoy visibile a occhio nudo il 7 gennaio: sguardi puntati a Orione

ROMA – La cometa Lovejoy è arrivata nel punto più vicino alla Terra e fino alla sera del 7 gennaio sarà visibile anche a occhio nudo nel cielo italiano. La cometa di Natale quest’anno è arrivata in ritardocon il picco di luminosità tra il 5 e il 7 gennaio.

Per vedere la cometa gli osservatori dovranno puntare lo sguardo verso la cintura di Orione, riconoscibile dalle tre stelline allineate nel cielo. Il picco di luminosità della cometa sarà comunque raggiunto a metà gennaio, proprio in concomitanza della Luna piena, che con la sua luce potrebbe offuscare l’attesa cometa.

Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e coordinatore scientifico del Planetario di Roma, ha spiegato:

“è una cometa notevole, luminosa e visibile a occhio nudo, naturalmente dai luoghi non inquinati dalle luci. Vale davvero la pena di sfidare il bagliore della luna, perché la cometa ci ha regalato finora una bellissima visione della sua coda. Confidiamo di poter osservarne l’evoluzione in diretta”.

Le comete, spiega ancora l’astrofisico Masi, sono diverse dagli asteroidi perché il loro aspetto cambia continuamente

“a mano a mano che gas e polveri scivolano dal nucleo verso la coda. Il risultato è una coda che si modifica in tempo reale e si fa la sensazione che la cometa sia una cosa viva”.

Masi ha poi spiegato che per vedere la cometa lo sguardo andrà rivolto al cielo in direzione nord ovest, verso la cintura di Orione, nello spazio compreso fra le costellazioni di Eridano e del Toro. Unico rischio che corrono gli osservatori è quello che la Luna offuschi la cometa, con la massima luminosità prevista proprio a metà gennaio, durante la fase di Luna piena.