Condensato Bose-Einstein, scoperto nuovo stato della materia: gas si muove come un’onda

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 ottobre 2018 5:36 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2018 2:41
condenstato Bose Einstein

Il condensato Bose-Einstein

ROMA – Prodotto nello spazio il primo condensato di Bose-Einstein, creato in sei minuti dal team Maius-1, dell’agenzia spaziale tedesca DLR, “un nuovo stato della materia” o più precisamente una tipologia di gas in cui tutti gli atomi costituenti iniziano a comportarsi come un unico gruppo, muovendosi di conseguenza come in un’onda.

La missione MAIUS-1 nel 2017 era decollata dall’Artico svedese e dopo sei mesi è tornata sulla Terra con il primo condensato di Bose-Einstein (BEC), un gas di atomi ultrafreddi, al punto da modificare il loro comportamento e mostrare effetti quantistici rilevabili su bilance microscopiche, scrive il Daily Mail.

I condensati di Bose-Einstein erano stati previsti nel 1924-1925 da Satyendra Nath Bose e Albert Einstein, ma la tecnologia necessaria per crearli è appena agli inizi. Gli scienziati hanno condotto 110 esperimenti nell’arco di sei minuti e ritengono che il condensato di Bose-Einstein potrebbe essere utilizzato per creare sensori altamente reattivi per misurare fenomeni come le onde gravitazionali.

Per produrre un condensato di Bose-Einstein, una nuvola di atomi, in questo caso gli atomi di rubidio, vengono raffreddati quasi a zero assoluto, la temperatura più bassa che si possa ottenere (0K corrispondente a -273,15°).  Piccoli laser nel dispositivo spaziale sono stati utilizzati per rallentare gli atomi di rubidio e bloccarli in una trappola magnetica per consentire un intenso raffreddamento.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature.